Otite, cause e rimedi naturali

By | 16 Febbraio 2019

Otite: cause, sintomi, cura e rimedi naturali

L’orecchio è una parte del nostro corpo molto delicata, e di conseguenza si può ammalare facilmente se non viene curata con attenzione. L’orecchio è distinto in

  • orecchio esterno, che capta le onde sonore
  • orecchio medio, dove giungono le vibrazioni delle onde sonore
  • orecchio interno, che trasmette al cervello i suoni e che permette di mantenersi in equilibrio.

Una delle malattie che colpiscono più di frequente l’orecchio causando dolore e fastidio è l’otite. L’otite è un processo infiammatorio di natura infettiva che colpisce l’orecchio esterno o medio, ed è un’infiammazione che causa sintomi come dolore, gonfiore, giramento di testa, ed in alcuni casi anche nausea, febbre e vomito.

L’otite è una problematica abbastanza diffusa negli adulti ed anche nei bambini; non ne esiste una sola tipologia, ma tre, e di conseguenza bisogna rivolgersi al medico per capire quale tipologia di otite ci ha colpito ed impostare la terapia di volta in volta più opportuna.

L’otite può essere unilaterale, se colpisce solamente un orecchio, o bilaterale, se ne colpisce due o un orecchio dopo l’altro in un lasso di tempo abbastanza breve.

Inoltre esistono diverse fonti che possono scatenare l’otite: quella purulenta è caratterizzata da un forte dolore all’orecchio, quella fungina è causata dai funghi e può trasformarsi, se non viene adeguatamente trattata, in un’otite cronica. I suoi sintomi principali sono dolore e prurito, ed è abbastanza diffusa fra le persone che frequentano le piscine.

L’otite barometrica è invece un disturbo che viene scatenato dalla brusca variazione della pressione nell’orecchio e si manifesta nei tuffatori, negli scalatori e quando si viaggia in aereo. Se infine una persona è spesso e volentieri vittima dell’otite, il problema potrebbe essere l’otite allergica, che può ridurre notevolmente l’udito: in questo caso una visita per determinare la causa dell’allergia è necessaria.

Le tipologie di otite

  1. L’otite esterna. L’otite esterna è un disturbo che colpisce il condotto uditivo. Si manifesta con rossore del padiglione auricolare.
  2. L’v media. Questa forma di otite è abbastanza grave ed in genere si manifesta durante l’infanzia. Chiamata anche otite del nuotatore, perché spesso si contrae quando si frequentano le piscine pubbliche (a causa dei batteri presenti nell’acqua), si tratta di un problema che in genere colpisce le persone che frequentano ambienti dove ci sono diversi batteri e molte persone (si pensi all’asilo ed alle scuole). I bambini sono più portati a sviluppare questo tipo di otite anche per una questione fisica, in quanto la tromba di Eutaschio nei bimbi è più corta e quindi i batteri la raggiungono più facilmente.
  3. L’otite interna, è un’otite media non trattata che di conseguenza degenera. Si tratta di una malattia molto grave, le cui conseguenze possono essere anche la perdita dell’udito. In molti casi, la soluzione è un intervento chirurgico per eliminare l’eccesso di pus che si sedimenta nell’orecchio e che può avere gravi conseguenze.

Le cause dell’otite

Ma quali possono essere le cause di questa fastidiosa malattia che colpisce l’orecchio, causando dolore e diminuzione dell’udito?

La presenza di liquidi stagnanti è una delle cause dell’otite più comune, in quanto i batteri ristagnano all’interno del condotto e si può causare l’infezione. I sintomi in genere sono un fastidio ed un prurito interno all’orecchio: il prurito, piano piano, si trasforma in un netto dolore, e se non si interviene, cominciano le secrezioni di pus dall’orecchio. Se trattata, l’otite esterna sparisce in genere in due settimane; ma se non viene trattata si può cronicizzare.

Invece si parla di otite virale se la causa scatenante è un virus, come uno pneumococco o uno streptococco: in questo caso l’azione che contrasta la malattia è l’assunzione di un antibiotico. L’infezione batterica e virale spesso porta all’otite media, che è un’infezione che si manifesta spesso nei bimbi e che può portare alla secrezione di pus e al gonfiore del timpano, con dolore, difficoltà ad udire, irritabilità, e spesso anche sintomi collegati come naso che cola e tosse.

Sintomi dell’otite

L’otite causa una serie di sintomi che, essendo in genere dolore e prurito interno all’orecchio, possono essere riconosciuti facilmente. Sintomi tipici dell’otite sono l’acufene, dolore all’orecchio e prurito interno (che spesso poi si trasforma in dolore), gonfiore ed arrossamento del padiglione, mal di gola, tosse, linfonodi ingrossati, febbre, vomito e nausea, perdita di pus, dolore alla mandibola, sensazione di orecchie tappate e perdita dell’udito o diminuzione dell’udito, sangue dall’orecchio, vertigini e perdita dell’equilibrio.

In caso in cui si manifesti uno o più di questi sintomi e si pensi di poter aver contratto l’otite, è necessario rivolgersi al medico: l’otite non curata può essere molto pericolosa.

I sintomi possono durare più giorni, e tendono a scomparire in circa una settimana o dieci giorni una volta che si inizi la terapia prescritta dal medico.

Cure e rimedi naturali per l’otite

L’otite è una malattia che si combatte tenendo conto della sua eziologia. A seconda, quindi, delle cause dell’otite, il medico può impostare una terapia adeguata che possa ristabilire la normalità.

Il medico potrà prescrivere degli antibiotici per curare l’otite e farmaci specifici in caso di otite batterica. In molti casi, al trattamento farmacologico viene anche accompagnata una terapia a base di aerosol e di soluzioni idrosaline e cure termali per liberare e purificare le vie respiratorie, specialmente in caso di persone anziane o bambini colpiti dall’otite.
Altrimenti, è possibile utilizzare, magari nei casi meno gravi, dei lubrificanti per il canale uditivo.

In alcuni casi, contro l’otite è possibile anche usare rimedi naturali. Tuttavia è sempre necessario rivolgersi al medico per diagnosticare la tipologia di malattia dell’orecchio: se non curata adeguatamente o trascurata, l’otite può avere delle conseguenze gravi, può cronicizzarsi e può anche diminuire o far perdere l’udito. Per questo motivo non bisogna mai sostituire alla terapia prevista dal medico una terapia naturale senza la sua espressa indicazione.

Rimedi naturali che possono tornare utili per combattere l’otite sono l’olio, che ha un alto potere anti-infiammatorio che permette di curare il dolore all’orecchio: si scalda qualche goccia di olio e la si mette nell’orecchio per facilitare la guarigione. La camomilla è un eccellente rimedio naturale: bisogna inzuppare qualche batuffolo di cotone nella camomilla ed appoggiarla sull’orecchio. Da ricordare anche lo zenzero, prodotto con proprietà antinfiammatorie efficace per trattare anche l’otite.

Miglior lubrificante del canale uditivo

Vuoi scoprire tutti i migliori integratori naturali presenti nel migliore negozio on line d’Italia? Allora segui il link qui sotto ed entra nel nostro e-commerce! La produzione avviene in officine ITALIANE, con materie prime certificate e di ottima qualità. Sia i fitoestratti che le piante officinali utilizzate nella produzione degli integratori vengono coltivate biologicamente in filiera certificata ISO 22000 all’interno del Parco Nazionale del Pollino.
I prodotti sono suddivisi in 5 aree che ne identificano le caratteristiche: Anti-Aging, Benessere Quotidiano, Integrazione Funzionale, Integrazione Genetica, Controllo del Peso.

il nostro e-commerce di nutraceutici e nutrigenomici