Intolleranza a mais e popcorn

By | 31 Gennaio 2019

Intolleranza al mais e ai popcorn o sostanze presenti al fastfood

L’ intolleranza al mais è spesso frequente nei paesi occidentali, perché è presente in una grande maggioranza di alimenti. L’ intolleranza al mais ha una incidenza che può variare da persona a persona e in alcuni casi può essere anche grave.

Il sistema migliore per sapere se l’allergia è presente è con un test fatto da un allergologo qualificato, seguendo rigorosi test nel tempo per almeno una settimana e verificare tutte le relazioni dell’organismo.

Lo shock anafilattico è sempre dietro l’angolo, ma ci sono altre reazioni come quelle più a lungo termine come l’obesità o l’infiammazione del seno.

L’infiammazione è uno dei sintomi più comuni infatti, perchè il malato di intolleranza al mais spesso neanche si rende conto di essere affetto dall’intolleranza e può col tempo avere delle infiammazioni durature che possono trasformarsi in croniche.

I disturbi addominali sono quei sintomi che danno dolori anche all’addome e possono indurre il paziente ad effettuare controlli più accurati, visto il fastidio più forte e far emergere l’intolleranza più velocemente per poter poi produrre le reazioni e le cure con il proprio medico curante.

I problemi cronici del seno sono un segno rivelatore per chi soffre di questo disturbo, dopo la gravidanza si possono riscontrare gli stessi disturbi anche nella prole e riscontrare apnee notturne, mal di testa e problemi di respirazione.