Aspartame, guardare sempre le etichette

3 Gennaio 2019 Off Di SaluteBenessereDiete.it

Controllare sempre la presenza di aspartame nelle etichette

Sembra sia confermato che nei ratti, negli ultimi anni, si è verificato un aumento dei casi di tumore e linfomi di tipo leucemico sia nei maschi che nelle femmine nei topi in conseguenza dell’ingerimento dell’aspartame.

E’ stato confermato quindi che quando si parla di aspartame si ha a che fare con una sostanza di tipo cancerogeno e ciò va preso in considerazione perché le fonti da cui derivano le ricerche sono principalmente senza scopo di lucro ed attendibili attendibili, non influenzate dagli interessi delle case farmaceutiche e produttrici di dolcificanti.

Cancerogeno per i topi, l’aspartame lo sarebbe potenzialmente anche per gli uomini.

E’ stato dimostrato per la prima volta che l’aspartame (APM), somministrato con il cibo a varie dosi, a ratti Sprague-Dawley di 8 settimane di età fino alla morte spontanea, è un agente cancerogeno molto potente.

Aspartame nella storia

L’aspartame fin dagli anni ‘70,  non è mai stato sottoposto a test da associazioni ed enti non influenzabili per il suo utilizzo a lungo termine, gli unici quattro studi di affini a quanto descritto prima, sono stati seguiti dall’industria produttrice e quindi altamente discutibili. Questo dolcificante è presente in circa 6.000 prodotti tra cui bevande light, dolciumi per diabetici o yogurt e spesso anche in prodotti di farmacia ideati per i bambini come gli sciroppi e gli antibiotici. Già dai primi studi sulla tossicità e per stabilire se il prodotto  cancerogeno, seppur negativi, nacquero dei dubbi nella comunità scientifica, per cui si ritenne eccessiva la razione massima giornaliera per chilogrammo decisa dalle norme europee a 40 mg per chilogrammo”. In internet è facile trovare i risultati di molti studi sull’argomento, ma spiega la dottoressa Knowles “si tratta di studi fittizi, che non riguardano l’esposizione prolungata a questo dolcificante.

A prescindere quindi dalla tossicità e dai dubbi se l’aspartame sia o meno cancerogeno, risulta comunque che un consumo molto intenso possa provocare tantissimi disturbi negativi e che sia comunque bene limitarne il consumo al minimo possibile.

E’ consigliabile leggere attentamente, le etichette e i fogli illustrativi di medicinali, sciroppi, dolcificanti, bevande gassate light che sono presenti in commercio.

 

Vai alla home e scopri tutti i nostri approfondimenti!