MIGLIOR INTEGRATORE DI PROLINA

By | 30 Gennaio 2019

La prolina, cos’è e a che cosa serve

La scoperta della prolina è abbastanza recente nella storia medica. Con questo nome si fa riferimento ad un amminoacido polare, uno dei venti amminoacidi che vengono utilizzati nella biosintesi delle proteine. La prolina è un amminoacido non essenziale, cioè il nostro organismo è in grado di ricavarlo da altre molecole, e ha un compito specifico nella formazione strutturale di molte proteine ed impedisce alla catena polipeptidi di formare delle eliche a; più precisamente è un aminoacido, scoperto nel 2901 da Hermann Emil Fischer, un chimico tedesco.
Essa possiede un gruppo amminico secondario ed il suo gruppo laterale si chiude con un atomo di azoto. La prolina ha anche una funzione nervosa di non secondaria importanza, perché traduce i segnali nervosi intracellulari.
Ma a che cosa serve più precisamente la prolina, soprattutto nell’essere umano? Nonostante sia un amminoacido non essenziale, è comunque importante per il benessere umano.
Basti pensare che essa interviene nella rigenerazione cellulare, e nella formazione di muscoli fondamentali alla sopravvivenza come quelli del cuore, e ha anche un ruolo nell’energia muscolare.

Il nostro corpo tende a formare la prolina in condizioni di stress ambientali, secondo uno studio del 2005. Questo studio dimostra che la prolina ha un ruolo nel combattere lo stress ed aiuta la reazione rispetto a delle condizioni avverse, reazioni che dipendono anche dal tipo di stress al quale è sottoposto l’organismo (si pensi allo stress muscolare durante l’attività sportiva agonistica). Sulla base di questo studio, si è valutato che la prolina può essere un aiuto concreto per combattere lo stress ambientale o quello dovuto a delle condizioni come inquinamento, tossicità da metalli pesanti, infezioni, carenze nutrizionali, aumento o abbassamento delle temperature, radiazioni UV: in tutti questi casi la prolina attiva degli interessanti meccanismi di protezione.
Vediamo meglio a che cosa serve la prolina per il benessere umano, dove è possibile trovarla e quali sono le conseguenze di un eccesso di assunzione o di una carenza di prolina per il corpo umano.

proprietà prolina

A che cosa serve la prolina?

La prolina forma anche il collagene ed il sistema osseo, e serve per il corretto funzionamento del fisico umano nel suo complesso.
Innanzitutto, la prolina svolge un ruolo nel mantenere la salute della pelle e anche del sistema connettivo. Inoltre essa rompe anche le proteine nel corpo e permette la formazione di nuove cellule; si stima che la prolina sia necessaria per la manutenzione corretta del tessuto muscolare.
Questo amminoacido svolge anche un ruolo importante nella rigenerazione di alcuni tessuti del corpo, fra cui i tendini, la pelle ed anche il muscolo del cuore: infatti la prolina aiuta la formazione del muscolo cardiaco e del tessuto connettivo, e permette anche l’adeguato funzionamento di questo muscolo.
Le ricerche hanno dimostrato che la prolina serve anche per apportare l’energia ai muscoli ed al fegato, e l’energia muscolare in generale.
Non solo: la prolina viene usata anche per scopi medici. Ad esempio, essa è utilizzata per il trattamento delle lesioni dei tessuti perché aiuta la ricrescita dei muscoli e migliora anche l’elasticità della pelle. Non solo: l’uso della prolina in ambito medico si estende anche ai trattamenti per la schiena e contro l’artrite grazie agli effetti che può avere sulle articolazioni.

Ormai è riconosciuto il ruolo praticamente fondamentale che la prolina svolge nel buon funzionamento dei muscoli e del cuore, nella formazione della cartilagine, delle ossa, dei tendini e delle giunture nel corpo umano. Può riparare i muscoli durante l’esercizio fisico, se esso è prolungato, quindi è molto utile per gli sportivi.
Oltre a questo, la prolina concretamente potrebbe proteggere il corpo dalle malattie cardiovascolari: infatti la prolina migliora il metabolismo del colesterolo, di conseguenza riduce anche la quantità delle lipoproteine A presenti nel corpo, che sono un potenziale rischio per la aterosclerosi.

L’uso della prolina in campo cosmetico

La prolina viene usata anche per utilizzi cosmetici, infatti essa si trova nel collagene, la maggiore proteina nell’organismo umano. La prolina, quindi, aiuta anche la produzione di collagene – non a caso questo amminoacido viene usato anche come ingrediente di creme anti-age e vari prodotti di bellezza – ed aiuta il processo di guarigione delle articolazioni, dei tessuti del corpo.
Grazie al fatto che la prolina viene usata per mantenere e formare le ossa, la pelle, la cartilagine, essa può essere applicata per via topica per contrastare l’ossidazione e l’invecchiamento cutaneo. Infatti con il passare del tempo il collagene tende a far assottigliare la pelle, grazie alla prolina si può ottenere un miglioramento dell’aspetto della cute anche quando si invecchia.

proprietà prolina

Dove è contenuta la prolina e come assumerla

La prolina è contenuta in alcuni cibi più che in altri. In particolare, questo amminoacido si trova soprattutto:
• nei biscotti per i bambini
• nelle fette biscottate, nel pane, nel frumento e nella pasta
• nella semola, nelle lenticchie
• nelle nocciole e nelle arachidi
• negli asparagi, nei funghi, spinaci,
• nei formaggi e nella carne.

Sindrome da carenza o da eccesso di prolina

La dose giornaliera di prolina che viene raccomandata è fra i 500 ed i 1000 mg. Tuttavia bisogna tenere conto del fatto che, quando viene assunta in certe quantità assieme alla vitamina C, la prolina tende a soccombere.

La sindrome da carenza di prolina può essere riconnessa a delle problematiche di tipo neuro-muscolare e neurologico. La carenza di vitamina C può portare allo scorbuto dovuto alla ridotta conversione della prolina nell’idrossiprolina.
In linea generale, una carenza di prolina tende a manifestarsi più comunemente nei vegetariani, che non ne assumono a sufficienza per mezzo della carne, e nelle persone che praticano sport a livello agonistico.
Anche alcune tipologie di regimi alimentari possono causare una carenza di prolina a livello corporeo.
La carenza di prolina si traduce in una diminuzione del tessuto muscolare, dato che l’amminoacido in questione impedisce al corpo di usare il tessuto muscolare per produrre energia.
Al contrario, un eccesso nell’assunzione di prolina può causare, si ritiene, dei problemi alla digestione e se l’assunzione eccessiva si prolunga nel tempo, anche danni al fegato, come per tutti gli amminoacidi.

Adesso che hai approfondito le tue conoscenze riguardo la Prolina, stai cercando uno dei migliori integratori naturali che ti aiuti a raggiungere i tuoi obiettivi? Sei nel posto giusto! Ecco di seguito i nostri suggerimenti riguardo ai migliori in commercio.

  Choco Lite

Choco Lite è un pasto sostitutivo con principi attivi naturali che permette di perdere il peso in eccesso e combattere la cellulite ritrovando rapidamente la propria forma fisica.
Usato dalla maggioranza delle persone che vuole perdere peso utilizzando prodotti naturali e con i giusti ingredienti, è sul mercato ormai da diverso tempo.

VAI SUBITO SUL SITO DEL PRODUTTORE E SCOPRI LE OFFERTE IN CORSO

Ecoslim

EcoSlim è un prodotto che aiuta a dimagrire senza rischi per la salute. Ha un impatto localizzato sui depositi di grasso in eccesso senza intaccare il cuore o il sistema nervoso. E’ un prodotto naturale al 100% a base di Glicerina vegetale, estratto di foglie di tè verde, estratto di frutti di biancospino ed estratto di zenzero.

miglior integratore zenzero e te verde

VAI SUBITO AL SITO DEL PRODUTTORE E SCOPRI LE OFFERTE IN CORSO

 

Vuoi scoprire tutti i migliori integratori naturali presenti nel migliore negozio on line d’Europa? Allora segui il link qui sotto e scopri il nostro partner in affiliazione! Scoprirai tutti i vantaggi di servirsi dai numeri uno del web!

E-Shop Partner SaluteBenessereDiete.it