INTEGRATORI

By | 29 Giugno 2019

integratori

Se siete giunti fino alla nostra guida sugli integratori alimentari vuol dire che per un qualsiasi motivo avete necessità di sapere, approfondire o trovare informazioni o prodotti che riguardano il mondo dell’integrazione.

Probabilmente vi siete posti una delle seguenti domande: a cosa servono gli integratori? Cosa sapere degli integratori? Come usare gli integratori? O ancora, come scegliere integratori adatti alle mie esigenze?

La nostra guida agli integratori, insieme a tutti gli articoli che troverai all’interno del sito, si pongono come obiettivo quello di aiutarti ad accrescere la giusta conoscenza sulla materia, affinché sia possibile scegliere con criterio i giusti prodotti per le varie esigenze.

Sempre tenendo ben presente che prima di assumere integratori di vario genere è importante consultare un professionista della nutrizione e/o medici specializzati.

Buona lettura!

Integratori per dimagrire

Sommario

Perdere peso è un obiettivo per molte persone, ma come ben si sa, è necessario cercare di coniugare una vita sana e una attività fisica costante per perdere davvero peso. Un’alimentazione adeguata, coniugata con attività fisica costante, permette di perdere peso rapidamente e soprattutto in modo stabile. È però necessario che la dieta venga predisposta da un dietologo professionista perché si adegui alle reali necessità di ogni persona, nella sua individualità. Quando bisogna usare gli integratori per dimagrire?
Il sovrappeso consiste nell’incremento del peso corporeo al di sopra delle caratteristiche della persona, cioè quando c’è un accumulo eccessivo di tessuto adiposo nel corpo. Il peso di un individuo, quando supera il 25% di quello ideale (per un uomo) ed il 30% di quello ideale (per una donna) si chiama sovrappeso.
Contro il sovrappeso, è necessario seguire una dieta sana e tenere sotto controllo soprattutto l’assunzione di grassi, di junk food, cibo fritto, bevande dolcificate, e cibi complessi e ricchi di conservanti.
Se esercizio fisico e una dieta adeguata possono essere le chiavi di volta per perdere peso in modo rapido e funzionale, un ‘aiutino esterno’ può essere d’aiuto.

Facciamo riferimento alla categoria, molto ampia, degli integratori per dimagrire. Si tratta di prodotti sintetizzati in laboratorio che prendono spunto da essenze naturali, dal mondo della natura, per velocizzare il metabolismo e per aiutare a perdere peso. Esistono tantissime tipologie di integratori oggi in vendita: quelli per i capelli, quelli per perdere peso ma anche gli integratori ricostituenti, che servono per ingrassare ed aumentare la massa. Ognuno, insomma, per ogni tipo di esigenza.

L’obesità ed il sovrappeso possono essere un problema molto grave: non solamente estetico, ma per la salute del corpo intero, per il funzionamento del cuore: se si vuole dimagrire seriamente e bene, con un risultato che duri nel tempo, diventa davvero indispensabile rivolgersi ad un dottore che possa prescrivere un regime dietetico dedicato sulla base del fisico e delle abitudini della persona.
Oltre alla dieta ed all’attività fisica, a volte per dimagrire può essere necessario farsi dare una mano dagli integratori per il dimagrimento che sono presenti a centinaia sul web.
Oggi sul web, se sappiamo dove guardare, si possono trovare ottimi integratori non solo per dimagrire, esisto integratori sportiviintegratori per capelli,integratori per la pelle ed anche integratori per ingrassare.
L’importanza di perdere peso però deve andare di pari passo con il dimagrimento in modo naturale, quindi è necessario assumere gli integratori per il dimagrimento in modo assolutamente sicuro.
Il modo migliore per dimagrire è cercare di diluire nel tempo il dimagrimento, in modo che sia costante e stabile. Gli integratori per dimagrire possono essere un aiuto in più per perdere peso in modo soddisfacente, ma non sono sufficienti per dimagrire.

Le diverse tipologie di integratori per dimagrire

Non esiste un solo tipo di integratore che può aiutare a perdere peso, ma diverse tipologie che è bene distinguere di volta in volta.
Gli integratori per dimagrire possono essere distinti in tre tipologie, che sono:

  • integratori termogenici. Si tratta di integratori per dimagrire che permettono di aumentare il calore corporeo, e di bruciare i grassi. Questi integratori possono anche diminuire sensibilmente l’appetito, in modo che la persona senta meno lo stimolo della fame. Questi integratori agiscono migliorando la c.d. fosforilazione ossidativa, ovvero il processo per mezzo del quale il nostro organismo brucia le calorie e quindi aumentano il metabolismo ed il calore corporeo, permettendo all’organismo di bruciare più calorie. Gli integratori per dimagrire di questo tipo aumentano il consumo di energia da parte delle singole cellule.
    Gli integratori per dimagrire termogenici sono da usare con cura e solo se prescritti, perché possono avere degli effetti collaterali come la nausea, il male di testa, l’ipertensione, l’insonnia: per questo motivo è bene che sia un medico a prescriverli di volta in volta. In genere si tratta di integratori a base di caffè, te, arancio amaro, tarassaco, e che contengono vitamine B5 e B3 che hanno il potere di aumentare l’effetto termogenico. Fra i integratori per dimagrire migliori per velocizzare il metabolismo c’è certamente la piperina, una guaina di rivestimento dei chicchi di pepe che se viene assunta in dosi maggiori aiuta a incrementare il metabolismo. Gli integratori a base di piperina spesso sono abbinati alla curcuma, e questi due prodotti assieme sono molto utili per aumentare il metabolismo e per favorire il dimagrimento ma anche per le proprietà antiossidanti ed anti-età, che favoriscono il ringiovanimento della pelle. Questi integratori inoltre sono adatti anche ai vegani.
    Sono ottimi integratori per dimagrire a base termogenica anche quelli a base di caffeina e di teina del te verde, che aiutano ad ottenere dei buoni risultati per la perdita di peso. Sono controindicati a chi abbia la pressione alta o soffra di tachicardia.
    • Soppressori dell’appetito. Si tratta di integratori per dimagrire che agiscono prevalentemente sulla sensazione di appetito, diminuendola. Essi quindi si limitano a diminuire l’appetito della persona in modo che essa sente meno lo stimolo della fame e di conseguenza mangia di meno. Gli integratori per dimagrire che sopprimono l’appetito danno un maggiore senso di sazietà. Ad esempio si tratta di integratori per dimagrire a base di pompelmo, mele, cereali, cannella, semi di lino. A parte l’assunzione di integratori, bere molta acqua permette di diminuire la sensazione di appetito. Fra gli integratori per dimagrire con funzione inglobante possiamo indicare il chitosano, uno dei primi integratori per dimagrire comparsi sul mercato e che, come vedremo, aiuta a catturare i grassi nell’intestino e poi li trasforma in una massa fluida e gelatinosa che viene espulsa facilmente. In questo modo questo integratore aiuta a non assimilare i grassi superflui.
    • Integratori che accelerano il metabolismo. Questa tipologia di integratori per dimagrire include sopratutto prodotti a base di erbe o omeopatici che incidono sul metabolismo, migliorandone la funzionalità e di conseguenza aiutando una persona a perdere peso. Si tratta nella maggior parte dei casi di sostanze a base di L. arginine, caffè, garcinia, che hanno proprietà che stimolano il metabolismo. Alcuni farmaci dimagranti, come quelli che contengono efedrina e caffeina, se prescritti da uno specialista possono aiutare a velocizzare il metabolismo e quindi stimolare il dimagrimento, sempre all’interno di una dieta sana e con attività fisica.

integratori

I migliori integratori per dimagrire in Italia

La scelta dei migliori integratori per dimagrire può essere ardua. Bisogna innanzitutto fare attenzione alla sicurezza degli integratori, come diremo più sotto: in Italia ce ne sono tantissime tipologie pensate ad hoc per perdere peso o accelerare il metabolismo, ecco quali sono le tipologie di integratori per dimagrire più diffuse nel nostro Paese.

– Integratori con L. Arginine. Si tratta di integratori per dimagrire che servono per migliorare il metabolismo, ed hanno anche effetti positivi sul cuore e sui reni. L’arginina è un sistema sicuro e con pochi effetti collaterali, può essere usata per un massimo di tre mesi ed aiuta ad accelerare il metabolismo. L’arginina è presente anche in molti alimenti (carne rossa, pesce, carne di pollo, cereali, semi, formaggi). Gli effetti collaterali dell’integratore a base di arginino possono essere la diarrea, gonfiore, dolore addominale. Le donne che allattano e quelle in stato interessante devono parlare col medico prima di utilizzarli.
Integratori a base di Glucomannano. Questo prodotto, che è una fibra, è utilizzata per stimolare la sensazione di sazietà e di conseguenza ridurre il quantitativo di cibo del quale si ha bisogno. Ha un grande vantaggio rispetto alle normali forme di fibra, può gonfiarsi fino a 17 volte la quantità originale quando viene in contatto con l’acqua, e quindi aiuta a sentirsi sazi.
– Un altro integratore di buona qualità per perdere peso è l’integratore a base di L-Carnitina. La L-Carnitina permette di dimagrire se assunto quando i livelli di insulina sono alti. Inoltre può apportare altri benefici al fisico, come preservare la massa muscolare e la massa ossea, influisce sulle funzioni di cuore, cervello, e sul sistema immunitario. L’assunzione consigliata è di 2-3 grammi di L-Carnitina con 30-40 grammi di carboidrati e 20-40 di proteine.
– Integratori a base di acido linoleico coniugato. L’acido in questione potrebbe aiutare a prevenire il cancro al colon, e in caso di obesità, aiuta a ridurre il peso corporeo grazie alla sua azione brucia grassi. Questo acido viene usato anche contro il mal di testa, i tumori, la perdita di tessuto osseo.
– Nel trattamento dell’obesità è possibile, su consiglio medico, aiutarsi con lo zucchero chitosano che può aiutare il trattamento degli stadi di obesità, oltre che i disturbi del sonno e l’anemia.
– Il fucus è un prodotto per gli integratori per dimagrire che aiuta lo stimolo della funzione tiroidea, per far sì che l’organismo bruci più calorie del solito.
– La betulla è un prodotto che viene utilizzato per l’eliminazione dei liquidi e riducono la ritenzione idrica nei tessuti.
Integratori al caffè verde . Il caffè verde è uno dei prodotti più innovativi nell’ambito dei prodotti salutari in Italia per perdere peso. I chicchi di caffè verde hanno un livello di acido clorogenico abbastanza alto rispetto al normale caffè: questo acido consente di aiutare a combattere alcune malattie del cuore, il diabete, e favorisce la perdita di peso. Secondo alcune ricerche, l’assunzione di caffè vedere in quantità fino a 200 mg al giorno per 12 settimane può avere un certo impatto nella perdita di peso a causa del potere termogenico di questo prodotto. Bisogna comunque valutare se assumere o meno questo integratore tenendo conto delle sue reazioni rispetto ad altri prodotti assunti.

Effetti collaterali degli integratori per dimagrire

Gli integratori per dimagrire possono quindi essere un valido aiuto per dimagrire e per migliorare il metabolismo, a patto che si tratti di prodotti controllati. Bisogna fare molta attenzione perché sul mercato si trovano anche degli integratori per dimagrire che non sono affatto salutari, anzi.
Un integratore che contiene la yohimbina, alcaloide che ha effetti stimolanti sul sistema nervoso, può provocare dei gravi effetti collaterali se viene assunto in dosi eccessive, come cefalea, vertigini, disturbi dell’umore, tremore.
L’evodiamina, ad esempio, è una sostanza alcaloide che si trova nella pianta Evodia Rutaecarpa, una sostanza con un forte potere termogenico ed analgesico, ma che potrebbe essere insicuro se usato in gravidanza e che potrebbe rallentare la coagulazione del sangue.
Completamente illegale in Italia, invece, è l’efedrina. Questa sostanza non è legale in Italia perché può creare degli stadi di dipendenza ed è considerata una sostanza donate in Italia, inoltre può dare vita a delle gravi complicazioni come edema ai polmoni, miocardite, ansia, ipertensione, aritmie e tachicardia.
Il consiglio inoltre è di non fermarsi mai a quello che dice la pubblicità, che spesso promette degli effetti miracolosi. Nessun prodotto per dimagrire può avere effetti miracolosi perché, come abbiamo già visto, essi da soli non sono in grado di aiutare una persona a perdere peso e solo se coadiuvati con altre attività possono veramente aiutare a diminuire il peso corporeo. Chiedere il parere del medico quindi è fondamentale, quando si voglia davvero dimagrire: il ruolo degli integratori per dimagrire comunque sono sempre molto limitati e non avere effetti soddisfacenti, da soli.
E gli integratori per dimagrire naturali sono sicuri? Non è detto che lo siano. Gli integratori possono anche avere degli effetti collaterali circa i quali è sempre bene informarsi, prima di usarli. Neppure il termine ‘naturale’ garantisce che effettivamente gli integratori per dimagrire siano funzionali e sicuri. Quindi non credete mai alle offerte pubblicitarie e in caso di dubbio ricordate che dovete sempre chiedere al vostro medico.
Il consiglio, quindi, prima di assumere da soli gli integratori per dimagrire, è quello di chiedere consiglio al medico. Prima di cominciare un qualsiasi trattamento del peso in gravidanza e durante l’allattamento, o se si hanno particolari patologie o se si assumono farmaci, è bene chiedere al proprio medico se vale la pena assumerli o meno e non procedere mai da soli.

Scopri i Migliori integratori per dimagrire su Amazon

Integratori per perdere peso e stile di vita

È sempre avere presente un concetto molto importante quando si ha un primo approccio con il dimagrimento e l’integrazione, e cioè non è cosa realistica (ed intelligente) pensare che il problema del sovrappeso o, a maggior ragione dell’eventuale obesità, si possa risolvere solo con l’utilizzo degli integratori.
L’aspetto fondamentale per iniziare a perdere peso in modo sano e costruttivo rimane, dopo aver consultato un professionista della materia, l’assumere un’adeguata quantità di cibo, commisurata allo stile di vita.
Oltre che abbinare un’attività fisica adeguata e progressiva che ci porti al raggiungimento del nostro obiettivo in modo che il vantaggio sia possibile stabilizzarlo e mantenerlo.
Solo in questo contesto gli integratori per dimagrire naturali possono essere un aiuto in più che ci permetterà di arrivare al nostro traguardo più velocemente ma sempre in modo sostenibile.

Integratori per dimagrire in menopausa

Il corpo della donna, durante il periodo in cui si trova in menopausa, subisce cambiamenti piuttosto importanti sia fisici che sotto l’aspetto ormonale, cambiamenti che possono essere promotori di problematiche di natura circolatoria, ossea ed anche metaboliche.
Si assiste spesso, in seguito alla diminuzione da parte dell’organismo degli estrogeni, ad un aumento del peso corporeo, di conseguenza si ha un aumento anche del tessuto adiposo, in particolare del girovita.

Proprio per diluire o comunque frenare il più possibile questo processo, è consigliabile attuare un particolare stile di vita, appropriato ai cambiamenti in atto, ed eventualmente pensare al possibile utilizzo di integratori per dimagrire in menopausa.
Durante la menopausa alcuni dei consigli più frequenti che vengono dati, ed anche i più utili sono ad esempio quello di prevenire l’aumento del peso mantenendo un peso forma sin da prima di entrare in menopausa.
Oppure aumentare l’assunzione di alimenti che contengano molto calcio e preferire i carboidrati di tipo integrale, questo per un discorso di glicemia, oltre che diminuire il consumo di sale e mantenere un’attività fisica costante e regolare.

Gli integratori per dimagrire in menopausa sono quelli finalizzati alla perdita del peso sì, ma devono anche contenere quelle specifiche sostanze in grado di agire sui cambiamenti di tipo ormonale in atto nella donna, così da contrastarne l’effetto relativamente all’aumento dell’adipe.
Per citare alcuni degli ingredienti fondamentali che deve avere questo tipo di integratori, ricordiamo la Soia, utile a controllare le vampate, gli Omega 3 che svolgono azione anti-Age, le fibre per regolarizzare tutto l’intestino e gli antiossidanti in genere, contro la ritenzione idrica.

integratori

Gli integratori per dimagrire da soli fanno perdere peso?

Come abbiamo detto, la chiave di volta per perdere peso consiste nella dieta sana e nell’attività fisica. Da soli, quindi, gli integratori per dimagrire non hanno sufficiente poter per permettere di perdere peso, quindi assumere gli integratori non garantisce il dimagrimento. Essi possono essere un aiuto in più quando si segue una buona dieta, meglio se prescritta da un dietologo, e quando si fa adeguata attività fisica.
Capita spesso che le pubblicità facciano passare gli integratori per dimagrire come dei prodotti miracolosi e brucia-grasso che permettono di perdere peso, ma la verità è che anche in questo caso è necessario cercare di coniugare la dieta con l’uso degli integratori per dimagrire, i quali da soli non hanno assolutamente il potenziale per permettere di perdere peso in modo soddisfacente.

Se si hanno dubbi sulla potenzialità di un integratore o su come e quando integrarlo, è bene chiedere al proprio medico o al proprio nutrizionista, per avere informazioni supplementari e personalizzate sulla base delle proprie esigenze.
Se si dà un’occhiata online ci si accorge che c’è un’enorme quantità di integratori per il dimagrimento che effettivamente possono aiutare a perdere peso. Sono davvero numerosi e la scelta può risultare difficile. Prima di scegliere il migliore fra gli integratori per il dimagrimento che si possono trovare online è necessario accertarsi che si tratti di prodotti effettivamente salutari per l’organismo; quindi bisogna sempre chiedere al nutrizionista, al dietologo o al medico un parere soprattutto se si è donne incinta o in fase di allattamento, o se si assumono dei farmaci particolari.

Può essere infatti che le componenti nei integratori per il dimagrimento, anche se naturali, possano in qualche modo influire sul funzionamento dei farmaci. Ricordatevi che non si tratta di caramelle ma di prodotti che hanno un impatto sul fisico, anche se naturali, quindi è necessario assumerli solo se prescritti e soprattutto non superare mai le dosi che vengono indicate dal nutrizionista.

Come accelerare il metabolismo (e dimagrire mangiando)

Molto ma molto spesso, quando si inizia a mangiare di meno per perdere peso, non si ottiene quanto desiderato.
Si mangia molto meno e non si perde peso, o se ne perde un poco inizialmente per poi non perderne più.
Questo è perché si sta attenti alle calorie in generale senza valutare la tipologia delle calorie, infatti ci sono alimenti che possono bloccare il processo di dimagrimento mentre ce ne sono altri che possono accelerare il metabolismo.
Ti stai chiedendo come accelerare il metabolismo? Se sia una cosa difficile oppure faticosa, un’impresa ardua ed impegnativa? Non proprio, sappi che è possibile dimagrire mangiando, se si conoscono gli alimenti da inserire nell’alimentazione.
In altre parole ci sono alimenti che aiutano, facilitano e stimolano il metabolismo ad accelerare creando così un aiuto al dimagrimento.

Quali sono gli alimenti che attivano i meccanismi brucia grassi? Di alcuni, se non di molti, ne avrai sentito parlare sicuramente, citiamone alcuni tra i più utilizzati.
Ai primi posti troviamo lo zenzero, il guaranà e le varie spezie compreso il peperoncino, poi ci sono i frutti di bosco e le mandorle, ed in fine citiamo l’amato cioccolato fondente; non per niente le maggiori tipologie di integratori dimagranti sono derivanti da questi “frutti” della natura!
Quindi prima di iniziare una dieta od un programma alimentare, informatevi bene sulla tipologia di alimenti da inserire per avere un valido aiuto.

Gli integratori per dimagrire funzionano?

Gli integratori dimagranti, secondo le indicazioni del Ministero della Salute, non possono essere chiamati con questo nome ma devono sempre riportare la dicitura coadiuvanti nell’ambito di diete globalmente controllate”. Insomma, non si possono sponsorizzare dei prodotti per perdere peso con il nome di integratori dimagranti, e non possono essere mostrate immagini di ‘prima o dopo’.

La pubblicità a volte lasciar credere che gli integratori dimagranti, che chiamiamo così per comodità, abbiano risultati miracolosi: è bene sapere che non è così, ma possono davvero aiutare a perdere peso solo se si segue con costanza una dieta e si fa abbastanza attività fisica.
Spesso ci si chiede: gli integratori per dimagrire funzionano davvero? Gli integratori per dimagrire sono complessi alimentari che contengono delle sostanze che possono essere facilmente reperiti dai cibi ma in dosi molto concentrate.

Alcuni di essi, come abbiamo visto, possono promuovere la perdita di peso o l’acceleramento. Gli integratori per dimagrire non son prodotti magici, ma se vengono abbinati ad una dieta sana ed all’attività fisica continuativa, possono davvero aiutare a perdere peso sensibilmente, e aiutano a sentirsi più sazi.

Che si tratti di integratori per dimagrire termogenici, che agiscono sul metabolismo corporeo, oppure inglobanti, che catturano i grassi ed i carboidrati all’interno di una sostanza gelatinosa che fa massa nell’intestino e viene espulsa, se vengono previsti dal medico all’interno di una dieta sana possono essere dei prodotti molto utili per favorire una più rapida perdita di peso.

integratori

Come dimagrire la pancia, pancia piatta?

Per dimagrire la pancia un ottimo metodo è quello di scegliere per la maggior parte, cibi che contengono nutrienti essenziali come possono essere, ad esempio, oligoelementi utilizzabili per l’eliminazione dell’adipe nella zona della pancia.
Parliamo di alimenti che contengono molti sali minerali, ricchi di vitamine ed antiossidanti, una menzione va ad esempio all’olio di pesce ricco di DHA e EPA, ottimo per il dimagrimento della pancia ma anche per il dimagrimento in generale.
Inoltre, un’altra abitudine ottima per dimagrire la pancia è quella di suddividere l’alimentazione giornaliera in più pasti, anche 5 o 6.
Questo perché così facendo, cioè mangiando spesso, si tiene a bada con più facilità la fame, a patto che non si esageri con le porzioni.

Macrolibrarsi

Integratori per ingrassare

La dieta per ingrassare consiste in un regime alimentare specifico il cui scopo è quello di incrementare il peso corporeo e il BMI, ovvero l’indice di massa corporea.
Quindi non solo integratori per dimagrire, esistono e sono importanti e di ottimo aiuto in molti casi gli integratori per ingrassare.
Chi deve seguire la dieta per ingrassare? La dieta ricostituente deve essere sempre prevista dal dottore, e in genere viene prescritta a persone sottopeso (con BMI inferiore a 18,5), o persone normopeso (BMI fra 18,5 e 25) che sono insoddisfatte per la loro immagine corporea perché la vedono eccessivamente magra o che non sono soddisfatte di alcune parti del loro corpo (ad esempio donne che vogliono ingrassare leggermente sul seno, sulle braccia o sui fianchi, e via dicendo).
Le persone sottopeso che si sottopongono ad una dieta ricostituente possono avvantaggiarsi degli effetti benefici della riconduzione ad un peso corporeo nella norma: in alcuni casi nelle donne avviene il ritorno del ciclo mestruale, ed in generale il miglioramento dell’anemia e dei parametri ematici collegati, il miglioramento dell’ipotensione, dell’ipoglicemia, della stipsi, e una maggiore sensazione di energia e di meno freddo.
Come avviene anche per la perdita di peso, anche l’aumento di peso non dovrebbe mai avvenire per mezzo di metodi fai-da-te, ma solamente laddove il dottore o il nutrizionista consigli di farlo, impostando una dieta ad hoc. L’aumento di peso, inoltre, deve avvenire rispettando il rapporto fra la massa grassa e la massa magra, quindi non in modo indiscriminato: lo scopo di chi vuole aumentare il peso, quindi, dovrebbe essere quello di aumentare la massa muscolare, ma senza aumentare eccessivamente i valori del grasso corporeo che devono restare all’interno dei parametri dello stato di salute.
Inoltre quando si segue una dieta per ingrassare è necessario tenere presente che ci sono delle differenze fra uomo e donna: la donna ha una quantità maggiore di adipe nel corpo rispetto all’uomo.
L’aumento di peso quindi mira sia ad aumentare la massa muscolare, che ad aumentare (ma in maniera minore, e sempre all’interno degli standard del buono stato di salute) la massa grassa. Una simile finalità, ovviamente, si ottiene per mezzo di:

  • una dieta che deve essere prescritta da un nutrizionista. Una dieta ingrassante infatti non è affatto una dieta ricca di cibi ipercalorici e grassi, che possono danneggiare il fisico e compromettere la salute generale.
  • Una adeguata attività fisica che permette di migliorare la massa muscolare, soprattutto attività fisica con carichi di lavoro pesanti.
  • Se necessario, degli integratori ricostituenti che possono migliorare l’aumento della massa muscolare se coadiuvati da una adeguata attività fisica.

Gli integratori per ingrassare: che cosa sono?

Quando si parla di integratori alimentari, si fa riferimento a dei prodotti alimentari pensati per supplire a delle carenze nutrizionali non rimediabili del tutto o in parte per mezzo della dieta. Si tratta quindi di sostanze da assumere quando vi sono delle particolari carenze, che non possono essere risolte con la normale alimentazione, e nel caso degli integratori ricostituenti, essi permettono di integrare i micro e macro nutrienti per la crescita dei tessuti e delle cellule e per aiutare l’aumento del peso. Esistono tante tipologie di integratori alimentari, ad esempio quelli per perdere peso.
In particolare, per ciò che qua interessa, gli integratori per ingrassare sono degli integratori ricostituenti il cui scopo è quello di migliorare l’aumento di peso e massa muscolare.
In effetti il termine ‘integratori per ingrassare’ non è corretto, perché in commercio non esistono tanto prodotti per ingrassare quanto piuttosto degli integratori che, all’interno di una giusta dieta prescritta dal nutrizionista e di attività fisica, possono aiutare a raggiungere il peso che si è fissato.

Non sono prodotti adatti, quindi, in caso di perdita di peso causata da una patologia o da una condizione anomala.
L’uso di integratori per ingrassare può essere indicato, comunque sempre e solo da un medico, in caso di disturbi legati a delle carenze nutrizionali o a patologie come bulimia o anoressia, ma anche nel caso in cui un soggetto debba rimettersi in forze dopo un intervento chirurgico, una malattia o una lunga degenza che lo abbiano debilitato.

Come ripetiamo, prima di assumere ogni tipo di integratori per ingrassare è necessario consultarsi con un nutrizionista, l’unico che può consigliare di assumere determinati prodotti nonché la loro qualità e quantità, per facilitare la ripresa del peso forma.
Ma quali sono questi integratori ricostituenti che possono aiutare a ripristinare il peso corporeo?
I ricostituenti sono sostanze alle quali si fa ricorso quando l’organismo è particolarmente debilitato, dimagrito, o in una condizione di malessere e di stanchezza per diverse cause.

Essi agevolano la ripresa di peso da parte del corpo: sono dei coadiuvanti diretti per prendere peso, perché rafforzano il piano alimentare e agiscono stimolando l’organismo e ripristinandone il benessere.
Gli integratori per ingrassare sono davvero utili? Sono diverse le opinioni in proposito, ed ovviamente la verità sta nel mezzo: gli integratori per ingrassare non sono prodotti miracolosi e non possono sostituire la dieta e l’attività fisica, ma se inseriti in un piano ad hoc per prendere peso, possono essere realmente utili.
Quando bisogna utilizzare gli integratori per prendere peso? Questi prodotti vanno usati nel momento in cui un soggetto abbia bisogno di prendere peso in modo sano, adeguato, e costantemente nel corso del tempo. In particolare l’impiego degli integratori per prendere peso è consigliato quando si è passati attraverso una malattia che ha causato un calo di peso (tumori, diarrea, problemi gastrointestinali), se la perdita di peso è causata da eventi stressanti, come lutti o disoccupazione, nei bambini quando il calo del peso sia causato dalla febbre o da altre malattie, negli anziani o in caso di aumento del fabbisogno corporeo (si pensi al caso della donna in gravidanza).

Differenza tra integratori e ricostituenti

Abbiamo già chiarito che prima di scegliere un integratore, che sia per ingrassare o per dimagrire, è bene fare una scelta ponderata e sostenuta da corrette informazioni, oltre ovviamente essere una scelta derivante da un consulto medico o comunque specialistico.
Ora, prima di spiegare meglio cosa sono e quali sono gli integratori per ingrassare è bene chiarire la differenza che c’è tra questi ultimi ed i ricostituenti.

Gli integratori sono l’insieme di quelle sostanze che vengono assunte nel momento in cui nasce una certa carenza di un dato elemento, un tipo di carenza che non si riesce a sopperire utilizzando la normale alimentazione quotidiana.
Questi sono indicati nelle persone che vogliono accelerare il processo di aumento del proprio peso corporeo, e lo fanno aumentando i micro ed i macro nutrienti indispensabili per la corretta crescita tessutale e cellulare.

I ricostituenti, invece, sono quelle sostanze contenenti l’insieme dei principi attivi e dei micronutrienti che sono utili nel momento in cui l’organismo si ritrova in uno stato di forte stanchezza, un diffuso malessere di vario genere o in uno stato di debilitazione causato da molte possibili cause.
Il ricostituente aiuta, in questo caso, perché riporta l’organismo in stato di benessere standard, agevolando, quindi il recupero del peso corporeo perso, oppure aggiungendone di nuovo.

Gli integratori per prendere peso: quali sono?

Gli integratori per prendere peso sono prodotti che completano il piano alimentare stabilito dal dietologo o dal nutrizionista, dopo aver valutato le carenze dell’individuo per stabilire che tipo di prodotti ha bisogno di assumere.
In particolare, gli integratori per prendere peso riguardano quei macro e micro nutrienti che non si riescono ad integrare neppure con la corretta alimentazione e si può trattare, più nello specifico, di:

  • vitamine: sono elementi necessari per il corretto funzionamento dell’organismo nel suo complesso.
    Le vitamine aiutano la pelle, il sistema immunitario, e molti altri organi. Fra le migliori vitamine che fanno parte degli integratori per prendere peso possiamo annoverare la vitamina B12, utile soprattutto in caso di anemia.
    • Acidi grassi essenziali. Si tratta dell’omega 3 e dell’omega 4, che sono molto utili all’interno di un piano per prendere peso senza aumentare anche il colesterolo. Sono indicati per chi cerca di ingrassare in modo corretto senza aumentare troppo la massa grassa rispetto alla massa muscolare; aumentano la quota di colesterolo buono, ovvero colesterolo HDL, e aiutano anche a costruire le membrane cellulari.
    • I sali minerali. I sali minerali sono micronutrienti che sono fondamentali perché le cellule possano funzionare al meglio: si tratta di magnesio, potassio, rame e zinco, spesso assunti assieme per un’azione potenziata.
    • Proteine. Nell’ambito della dieta per prendere peso, gli integratori per prendere peso a base di proteine sono molto utili se il dimagrimento ha riguardato soprattutto i muscoli, ovvero la massa magra. Questi prodotti infatti permettono di ingrassare in modo sano e proporzionato, stimolando la crescita della massa muscolare a discapito di quella grassa.
    • Amminoacidi. Si tratta degli elementi che formano le proteine, quindi sono ‘precursori’ delle proteine e sono utili quando si vuole aumentare la massa magra.

Scopri i Migliori integratori per aumento del peso su Amazon

Gli integratori per ingrassare funzionano?

Nessun integratori per ingrassare funziona automaticamente, e questi prodotti sono ideati per chi voglia combattere una condizione di sottopeso. Una dieta adeguata, integrata poi dall’uso di prodotti ad hoc per perdere peso, può essere la soluzione ideale per migliorare il peso corporeo. Occorre considerare però che gli integratori per ingrassare da soli non son in grado di permettere di ingrassare velocemente, tanto meno permettono di ingrassare una zona specifica del corpo, come seno, braccia o fianchi.
Queste sostanze sono pensate per fare fronte a delle carenze nutrizionali, in particolare quelle causate da un dimagrimento eccessivo del soggetto che li riceve.
Essi sono pensati per ristabilire le carenze nutrizionali e per il benessere psico-fisico dei soggetti debilitati e vanno sempre associati ad una dieta equilibrata ed all’attività fisica pensata su misura per ogni soggetto, per aumentare la massa muscolare.
Bisogna in particolare effettuare una distinzione fra gli integratori alimentari ed i ricostituenti.
Gli integratori per ingrassare sono prodotti che vengono consigliati nel momento in cui non si riesca ad ottenere tutte le sostanze necessarie solamente con l’alimentazione.
In sostanza gli integratori per ingrassare permettono di acquisire più rapidamente quegli elementi, macro e micro nutrienti, che sono necessari per garantire un aumento di peso rapido.
I ricostituenti invece non integrano l’alimentazione, come fanno gli integratori per ingrassare, ma vanno piuttosto a migliorare il benessere psico-fisico dell’organismo anche nel caso in cui la fatica di prendere peso non sia causata dalla carenza di alcuni nutrienti, ma dallo stress, dal malessere, o dalla debolezza.
Gli integratori per ingrassare sono indicati quindi nel caso in cui il calo di peso derivi da una carenza alimentare, e per questo spetta al nutrizionista, di volta in volta, consigliare se e quando assumere gli integratori per ingrassare e quale tipologia prediligere.

Gli integratori per prendere peso naturali

La natura è sempre una fonte indubbia di prodotti salutari e sicuri, e alcuni integratori per prendere peso prendono spunto direttamente dalla natura.
Ci sono integratori ricostituenti prodotti esclusivamente con essenze naturali, che sono indicati per tutti coloro che debbano prendere peso in poco tempo. Se si vuole favorire l’aumento del peso corporeo in modo sano e costante nel tempo, gli integratori naturali per prendere peso possono essere davvero utili.
Fra gli integratori naturali per prendere peso più diffusi possiamo ricordare:

– quelli a base di pappa reale. Un ricostituente che veniva usato anche dalle nonne perché era un alimento davvero perfetto per crescere, soprattutto per i bambini. Viene prodotto dalle api ed è il nutrimento delle stesse api, quindi un prodotto che contiene micronutrienti come proteine, lipidi, zuccheri, ma anche amminoacidi essenziali, vitamine del gruppo B, potassio, zinco, rame e ferro. Si tratta di un eccellente tonico energetico, che stimola anche il sistema immunitario. Gli integratori naturali per prendere peso a base di pappa reale sono usati prevalentemente (ma non solo) per bambini e anziani.
– Miele. Gli integratori naturali per prendere peso a base di miele sono molto utili, perché il miele è un prodotto naturalmente ricostituente grazie all’elevato contenuto di zuccheri, che gli consentono di essere un prodotto per acquisire peso rapidamente. Il miele inoltre contiene anche ferro, potassio, ferro, zolfo, calcio, e vitamine del gruppo B. I ricostituenti a base di miele quindi sono particolarmente indicati all’interno di una dieta per acquistare peso, grazie al loro elevato potere calorico.
– Eleuterococco. Si tratta di un prodotto che permette di contrastare l’astenia, la debolezza che deriva dalla perdita di peso. Gli integratori naturali per prendere peso a base di eleuteorocco, una pianta simile al ginseng dotata di funzioni preventive contro le infezioni, hanno proprietà toniche ed in genere sono assunti sotto forma di gocce e compresse.
– Integratori a base di ginseng. Si tratta del prodotto naturale ricostituente per eccellenza: il ginseng contiene infatti gingerosidi e minerali come calcio, manganese, rame, zolfo e ferro, vitamine del gruppo B e soprattutto B12. Il ginseng è particolarmente utile per contrastare delle situazioni di debolezza fisica e mentale.
Integratori di Alga spirulina. Gli integratori naturali per prendere peso a base di alga spirulina sono dotati di diverse proprietà che li rendono particolarmente utili per acquistare peso. Ricchi di vitamine del gruppo B, vitamina EC, D, A, carboidrati e proteine, amminoacidi essenziali ed acidi grassi essenziali, in genere son commercializzati sotto forma di polvere o compresse.

Di per sé, vitamine e integratori non fanno ingrassare perché il loro quantitativo dal punto di vista calorico è trascurabile.
Tuttavia la carenza di alcune vitamine può influire sull’aumento di peso.
Quali altri integratori per prendere peso a base naturale scegliere per cercare di prendere peso più velocemente? Eccone alcuni che sono indicati per chi sia alla ricerca di un apporto adeguato di micro e macro nutrienti e prendere peso in modo corretto.

Fieno greco. Uno dei migliori integratori per prendere peso è quello a base di fieno greco. Il fieno greco è un integratore ricco di proteine, a basso contenuto di grassi, che permette di ricostituire in modo rapido e sicuro la massa muscolare senza eccedere nell’assunzione di grassi. Un integratore ad alto contenuto calorico, se associato ad uno ad alto contenuto proteico, può aiutare a prendere peso in modo più rapido ed efficiente.
Moringa Oleifera. Un altro integratore per acquistare peso rapidamente, e del tutto naturale, consiste nella Moringa Oleifera, che è un integratore alimentare biologico, ricco di vitamine, potassio, ferro, proteine e calcio, anti-ossidante ed anti-infiammatorio e aiuta a rinforzare il sistema immunitario.

Gli integratori per prendere peso per bambini

Se nel caso degli adulti l’utilizzo di integratori per prendere peso deve essere sempre stabilito dal medico, il quale deve indicare quali tipi di prodotti assumere ed in quali quantità, il discorso vale ancora di più nel caso dei bambini.
Il fisico dei bambini è in crescita e di conseguenza hanno bisogno di tutte le sostanze nutrienti e di tutti i micro ed i macro nutrienti che possano servire per una crescita sana ed equilibrata, che non possono essere certamente sostituiti con facilità con una compressa o uno sciroppo.
Di conseguenza, prima di dare degli integratori per prendere peso ai bambini, bisogna sempre sentire un medico che stabilirà quale è il problema. Oggi come oggi molti genitori sono preoccupati perché i bambini sono troppo esili, troppo magri, debilitati.
Alcuni rimedi naturali possono aiutare i bambini, ma bisogna ricordare che la soluzione non è mai una dieta ipercalorica fai-da-te che potrebbe al contrario diventare molto dannosa per il piccolo.
L’abbassamento delle difese immunitarie del bambino, il suo indebolimento, la stanchezza e l’apatia sia a livello fisico che a livello mentale in alcuni casi sono conseguenza di un periodo più o meno lungo di malattia, al termine del quale può essere necessario impostare con il nutrizionista una dieta ricca di calorie e di prodotti benefici per ingolosire il bambino, fargli avere di nuovo interesse per il cibo e per permettergli di superare questa fase ed aumentare di peso.
In ogni caso la stanchezza, l’astenia, lo scarso appetito e la diminuzione della concentrazione spesso vanno in coppia nei bambini.
In questi casi è bene rivolgersi al medico il quale, se lo ritiene, potrà prescrivere degli integratori per prendere peso o dei ricostituenti per migliorare l’energia del bambino, per renderlo più tonico e più attivo.
Alcuni ricostituenti naturali, come per esempio la pappa reale, il ginseng, l’arnia, sono dei sempreverde per garantire un recupero pieno del bambino, ma ovviamente non possono risolvere da sole un problema esistente.
Quindi se avete il dubbio che il bambino sia sempre stanco, inappetente e sottopeso, la prima cosa da fare è portarlo da un medico il quale possa valutare che tipo di problema si è presentato e quali siano le migliori soluzioni.

Integratori sportivi

In genere chi pratica sport è una persona molto attenta all’alimentazione, e che cura in modo particolare la sua dieta in modo da migliorare le performance sportive, e per questo si differenziano dagli altri integratori come ad esempio gli integratori per dimagrire oppure gli integratori ingrassanti.

Laddove la dieta da sola non fosse sufficiente per integrare tutti i nutrienti, è possibile ricorrere agli integratori alimentari, che in Italia sono molto diffusi. Una buona fetta di integratori è costituita dai c.d. integratori per lo sport che sono spesso a base di vitamine, di proteine e di sali minerali. Questi prodotti sono venduti liberamente su internet, nelle farmacie, nelle erboristerie, e ovviamente prima di assumerli è necessario consultarsi con il proprio medico perché possono anche essere potenzialmente dannosi.

Gli integratori per lo sport sono dei prodotti alimentati, destinati all’integrazione di una dieta ed in particolare della dieta dello sportivo. Gli integratori per lo sport possono avere funzionalità fra loro estremamente diverse, ma in linea di massimo sono prodotti che vogliono garantire un apporto corretto di energia, nutrienti e sali minerali agli sportivi, e che integrano la loro dieta con particolari nutrienti che possono garantire in modo naturale, sicuro e legale il miglioramento delle prestazioni sportive.

Quindi gli integratori sportivi permettono di intervenire sull’alimentazione dell’atleta, consentendo una concentrazione maggiore di sostanze nutritive e contribuiscono al raggiungimento dello stato nutrizionale ottimale. Fra gli integratori alimentari, che sono davvero numerosi (ci sono ad esempio integratori per dimagrire, ricostituenti, e via dicendo) quelli per lo sport sono sicuramente la categoria più numerosa ed anche la più richiesta, perché permettono agli sportivi di gareggiare con tutti i nutrienti necessari per sostenere l’attività agonistica in ogni fase.

L’integrazione alimentare dello sportivo va sempre e solo determinata sulla base delle caratteristiche dell’atleta, in particolare dell’età, del peso, del sesso, del tipo di competizione e della sua preparazione corporea. Sull’uso o meno degli integratori per lo sport influisce anche la tipologia di sport praticato, nonché le condizioni ambientali (ad esempio se si svolge l’attività sportiva in un contesto caldo ed umido sale la richiesta di sali minerali ed acqua).

Esistono tantissime tipologie di integratori per lo sport ognuno con le sue proprietà e caratteristiche, che vanno a migliorare determinati processi per l’organismo, come le prestazioni, la resistenza, o che integrano l’acqua ed i sali minerali persi.

Gli integratori per lo sport possono essere in compressa o in forma liquida; non si tratta di una distinzione banale, perché anche dalla tipologia di integratore è possibile desumere una certa capacità di assorbimento da parte del corpo e scegliere quella perfetta per le proprie esigenze. Gli integratori sportivi in genere sono assunti in forma liquida per essere assorbiti più velocemente dal corpo. Ma questo non vale per tutte e sostanze, perché ad esempio le vitamine possono essere inefficienti se vengono a contatto con gli acidi dello stomaco: questo è il motivo per cui gli integratori per lo sport sono disponibili in tanti formati diversi a seconda delle esigenze dell’atleta.

integratori

Dieta dello sportivo

Come già accennato nel precedente paragrafo, uno sportivo deve aumentare notevolmente l’apporto di elementi nutritivi, quando necessario anche attraverso l’integrazione alimentare.
Molto spesso, infatti, atleti di alto livello che si allenano più volte al giorno ad alte intensità, non riescono a compensare quello che consumano con i pasti, nonostante arrivino a consumarne anche 5 al giorno.
Una dieta sportiva molto importante, quindi, in caso di agonismo, può non risultare sufficiente, almeno in periodi dell’anno “caldi” dal punto di vista sportivo.

Integratori sportivi e sport agonistico

Un conto è parlare di integrazione sportiva quando si pratica sport a livello amatoriale, mentre è cosa assai diversa quando parliamo di sport agonistico, con l’impatto che avrà sul fisico dell’atleta.
Ormai in qualunque sport agonistico, l’atleta viene seguito egregiamente da medici sportivi, nutrizionisti e allenatori certificati e preparati.
Spesso, oltre che una dieta equilibrata ed estremamente cucita su misura all’atleta, il medico e/o nutrizionista, consiglia l’utilizzo di integratori sportivi ad hoc, per poter compensare l’enorme consumo giornaliero delle varie sostanze nutritive, vali minerali, vitamine, ecc.
Qui parliamo di tipologie e dosaggi molto particolari di integratori, basti pensare che un atleta agonista di un qualsiasi sport può arrivare ad effettuare anche 3 allenamenti giornalieri e tutti a dei livelli di intensità veramente notevole.
Detto questo, utilizzare integratori naturali, anche in attività sportive amatoriali, che comunque prevedono un notevole dispendio di energie, magari quando si è già stanchi in seguito a giornate lavorative, può essere utile.

Scopri i Migliori integratori sportivi su Amazon

Gli integratori di vitamine e minerali per lo sport

Fra gli integratori per lo sport più diffusi possiamo annoverare quelli che integrano sali minerali e vitamine.

Come abbiamo visto, specialmente per chi pratica sport ad alto livello, il dispendio di sali minerali e di vitamine è spesso abbastanza alto e quindi si ha bisogno di un surplus in termini di integratori.

Sia prima che dopo lo sport, è necessario integrare in maniera completa i liquidi ed i sali minerali che vanno persi quando si fa attività fisica. Soprattutto se l’attività fisica raggiunge e supera i 45-60 minuti, è necessario ricorrere all’uso di alcuni integratori per lo sport che possano restituire i liquidi ed i sali persi.
Il nostro corpo è composto al 65% di acqua ed ha bisogno dell’idratazione costante e sufficiente per poter funzionare al meglio: questo vale per la circolazione del sangue, per l’attività cerebrale e per quella di tutti i muscoli.
Ecco perché l’acqua è fondamentale per il benessere e dopo ogni sessione di attività fisica bisogna reintegrarla nel modo giusto.

Durante la prestazione sportiva l’idratazione è davvero necessaria per la massima espressione delle potenzialità atletiche: quando si fa uno sforzo fisico impegnativo è infatti naturale che si perdano molti liquidi per mezzo del sudore, e con essi anche sali minerali, come sodio e potassio, cloro e magnesio.
Gli integratori per lo sport di sali minerali, quindi, possono aiutare dopo le prestazioni sportive. Nel post-allenamento gli integratori per lo sport sono molto utili per reintegrare tutti i sali perduti, ma bisogna fare attenzione ad assumerli in modo molto diluito, perché il corpo di un atleta è abituato a sudare e quindi risparmia i sali: la perdita di sudore è prevalentemente acquosa e quindi bisogna fare attenzione a non esagerare nel reintegro dei sali.

Anche nel corso dell’allenamento, gli integratori salini per lo sport devono essere sempre assunti in modo diluito, per non rischiare la disidratazione. Si possono assumere degli integratori per lo sport ad hoc anche nella fase prima dell’attività fisica, per prevenire la disidratazione, e la concentrazione dell’integratore può essere più elevata.

Integratori di proteine per lo sport

La gamma di integratori per lo sport è abbastanza ampia, come abbiamo visto, in modo da soddisfare le specifiche esigenze che ogni tipologia di atleta può avere. Nell’ambito degli integratori per lo sport possiamo distinguere anche gli integratori di micronutrienti, cioè carboidrati e proteine e lipidi, che possono essere necessari in quanto l’atleta nel corso della sua attività fisica consuma un grande quantitativo di calorie e quindi di energia.
Un maggior consumo di energia richiede anche un fabbisogno ulteriore: gli integratori per lo sport possono essere idonei per soddisfarlo? Le proteine sono sicuramente l’integratore per eccellenza all’interno delle attività sportive, poiché uno sportivo consuma più proteine di una persona che invece non fa attività fisiche.

Le proteine in polvere sono prodotti che consentono di incrementare la massa muscolare, e possono anche avere altri compiti. In particolare la funzione delle proteine nell’attività sportiva è la seguente:

– tonifica e definisce i muscoli. Le proteine possono definire i muscoli e tonificarli, ovviamente se associate a degli allenamenti particolarmente mirati, come avviene nel culturismo.

– Le proteine hanno un’azione anticatabolica, cioè conservano il muscolo, evitando che la massa muscolare diminuisca (anche in questi casi, devono comunque essere supportate da un buon e costante allenamento mirato: nessuno degli integratori per lo sport può fare miracoli sotto questo punto di vista). Le proteine in polvere, specialmente, possono aiutare a mantenere il peso forma e la massa muscolare. L’incremento proteico inoltre aiuta la massa muscolare e la sua formazione.

– Possono essere eccellenti recovery drink, parliamo dei bibitoni con proteine e con sali minerali e zuccheri che gli sportivi assumono al termine della prestazione sportiva (il ciclista, il maratoneta). Si tratta di prodotti che consentono un recupero estremamente rapido dell’equilibrio e dei sali minerali nel corpo.

Le tipologie di proteine presenti sul mercato comunque sono molto differenti. Le proteine possono essere:

– Proteine del latte, che sono chiamate Whey: possono essere concentrate (possono creare però dei disturbi intestinali), isolate, e idrolizzate, considerate le migliori perché sono trattate con enzimi che garantiscono una buona digeribilità.

– Proteine dell’uovo: sono proteine molto allergizzanti rispetto alle caseine e possono essere usate solo da cotte.

– Proteine della carne: si tratta di integratori per lo sport molto recenti, che hanno un apporto di grassi davvero minimo, e degli aminoacidi che sono usati per il recupero muscolare. Sono indicati soprattutto per lo sport come il crossfit.

– Proteine vegetali. In genere sono integratori per lo sport che possono essere usati da atleti vegani, ma vanno bene anche per chi soffre di infiammazioni intestinali.

Scopri i Migliori integratori di proteine su Amazon

Integratori sportivi di amminoacidi

Gli integratori per lo sport a base di amminoacidi sono sempre più utilizzati.

Infatti nel corso dell’esercizio fisico si crea una condizione di bilancio azotato a causa dell’importante ossidazione degli amminoacidi ramificati per produrre il glucosio per dare energia al corpo.
Gli integratori per lo sport a base di amminoacidi possono quindi aiutare se assunti anche prima dell’esercizio fisico. I grandi vantaggi di questo tipo di integratori consiste nel fatto che essi sono immediatamente disponibili ed utilizzabili, non sono pesanti per l’apparato digerente, possono essere assunti abbastanza tranquillamente e preservano la massa muscolare nel tempo.
Gli integratori per lo sport a base di amminoacidi sono da usare prima dell’allenamento, quando l’assunzione di proteine è sconsigliata perché potrebbe affaticare il sistema digerente e togliere di conseguenza energia all’attività fisica.

In particolare possiamo ricordare due tipologie di integratori per lo sport a base di amminoacidi:

– i BCAA, amminoacidi ramificati, che si usano per lo sviluppo della massa muscolare e per ottimizzare il recupero. Sono integratori molto vantaggiosi per chi fa sport di potenza, ma anche per sport di fondo, o per chi fa allenamento a digiuno.

– Gli EEA, sono otto amminoacidi essenziali che sono usati per recuperare e per mantenere la massa muscolare, grazie alla loro funzione anticatabolica ed ipertrofica, sono facilmente assorbibili dal corpo.

Scopri i Migliori integratori di aminoacidi su Amazon

Quando assumere gli integratori per lo sport

L’assunzione degli integratori per lo sport segue la regola di assunzione di tutti gli integratori alimentari: si prendono quando vi sia un dubbio sul fatto che l’alimentazione possa integrare tutti i nutrienti di cui l’atleta ha bisogno. Non tutti gli atleti, ovviamente, hanno bisogno di assumere degli integratori per lo sport, dipende dal soggetto, dal tipo di sport, e dal tipo di competizione.

Vale la pena chiarire che gli integratori per lo sport non sono prodotti dopanti, non fanno crescere i muscoli e quindi da soli non sono in grado in nessun modo di garantire un miglioramento delle prestazioni.
Gli integratori per lo sport in effetti possono coadiuvare ad un miglioramento delle prestazioni fisiche, e quindi sportive, solamente se sono accompagnati dalla dieta ideale e da una attività fisica regolare, un adeguato allenamento giornaliero che garantisca il miglioramento della tecnica agonistica. Inoltre gli integratori sportivi non sono sostituiti di una dieta idonea, ma la integrano.

Anche l’assunzione di integratori per lo sport quindi deve essere adeguatamente sopportata e stabilita da degli esperti, in modo che sia consona agli obbiettivi dello sportivo.

Negli sport a livello agonistico (che fanno 4-5 allenamenti a settimana), sono i medici per lo sport che si occupano di prescrivere gli integratori per lo sport e i supplementi nutrizionali dei quali ogni atleta può avere bisogno, sempre a fianco di una alimentazione equilibrata.
Infatti in caso di sport ad alto livello la perdita di liquidi e di sali minerali può essere particolarmente accentuata, di conseguenza lo sportivo ha bisogno di integrare questi fondamentali elementi per mezzo di prodotti ad hoc, la cui qualità, quantità e frequenza va appunto stabilita dal medico per lo sport o dal nutrizionista.

Nello sport amatoriale, oggi come oggi, gli integratori per lo sport sono molto diffusi. Anche chi fa sport solo per divertimento e senza pretese agonistiche utilizza gli integratori: è bene però considerare che quando si fa attività sportiva a livello amatoriale, in linea di massima il dispendio di energie, liquidi e sali minerali non è mai tale da richiedere un’integrazione di vitamine o sali. Di conseguenza, una dieta adeguata in questi casi è in genere sufficiente per garantire alla persona tutti i nutrienti di cui ha bisogno per ottenere delle buone prestazioni sportive. Se si ha bisogno di integratori per lo sport, è lo stesso medico a doverli prescrivere di volta in volta, bisogna evitare di ricorrere al fai da te.

Integratori per lo sport naturali

Gli integratori nutrizionali per lo sport sono importanti in alcuni casi, perché la loro assunzione studiata e programmata può prevenire lesioni muscolari e scheletriche che si possono verificare in caso di carenza di alcuni elementi o oligolementi, come amminoacidi, sali minerali.
La loro carenza può causare squilibri e può anche causare direttamente o indirettamente dei piccoli traumi o dei dolori muscolari. Per vivere in serenità l’attività fisica e per migliorare le prestazioni, quindi, gli integratori nutrizionali per lo sport sono sicuramente fra i prodotti più indicati in assoluto. Gli integratori nutrizionali eliminano i radicali liberi, aiutano ad affrontare lo stress e la stanchezza che l’attività fisica può creare.

Ovviamente il primo passo per poter stare bene è quello di alimentarsi correttamente, ed ogni sportivo lo sa molto bene. Per cui una dieta bilanciata, ricca di frutta e verdura e con 2 litri di acqua al giorno, è condizione necessaria per un maggiore benessere dell’organismo.

L’alimentazione dovrebbe essere integrata anche con alimenti che sono ricchi di vitamine, come l’alga spirulina, ricca di proteine facili da assimilare e di amminoacidi essenziali, la provitamina A, le vitamine del gruppo B.

Un toccasana sono anche gli alimenti ricchi di antiossidanti come l’aloe vera, la papaya, l’acerola, la rosa canina, il germe di grano, il tè rosso e il cacao, l’olio di cocco, lo yerba mate.

Usare prodotti naturali, poi, è sempre la scelta migliore per avere a disposizione tutti gli elementi, i minerali e i nutrienti per avere un’efficienza mentale e fisica perfetta.

Gli integratori nutrizionali per gli sportivi naturali sono le cosiddette piante adattogene, che sono piante che contengono sostanze in grado di adattare l’organismo umano allo stress o alla stanchezza. Queste piante, come la rodiola, il ginseng, la schisandra, il guaranà, il tè verde, sono prodotti naturali che migliorano la concentrazione, la resistenza fisica, stimolano il sistema immunitario, apportano maggiore energia a livello fisico ed a livello mentale. Possono essere assunte come compressa o come sciroppi, sempre nelle dosi e con i limiti che sono indicati per ogni prodotto, e sono integratori nutrizionali naturali che mirano ad un maggiore benessere stimolando il corpo in modo naturale.

Gli integratori naturali per lo sport a base di sodio, cloro, potassio, ferro, magnesio e zinco sono pensati per reintegrare totalmente il corpo di quelle sostanze nutritive delle quali ha bisogno per mantenersi sempre in salute. La carenza di questi sali minerali comporta peggiori prestazioni sportive, anemia, irritabilità, calo della concentrazione e diminuzione delle energie, affaticamento, stanchezza muscolare. La dieta ricca di frutta e verdura, e l’uso di integratori naturali per lo sport, può aiutare a migliorare le prestazioni sportive in modo naturale, grazie alla presenza di vitamine e di sali minerali che reintegrano quelli persi quando si fa attività fisica di un certo livello. Fra le vitamine più importanti da integrare, la C (che riduce lo stress ossidativo causato dallo sforzo fisico) e le vitamine V, che aiutano il metabolismo e la sintesi di lipidi, proteine e carboidrati.

Gli integratori per lo sport e la sicurezza

Come abbiamo detto, gli integratori per lo sport non sono assolutamente prodotti dopanti. In ogni caso, si tratta di nutrienti – vitamine, proteine, sali minerali – che vanno assunti solo dietro indicazione medica.

Per essere sicuri della qualità degli integratori per lo sport è necessario leggere con calma le informazioni sull’etichetta che, da legge, deve contenere tutte le categorie dei nutrienti, la dose giornaliera suggerita, le modalità di assunzione, e ovviamente tutti gli avvertimenti nonché i possibili effetti collaterali. L’assunzione degli integratori per lo sport deve essere stabilita da un esperto tenendo conto anche dell’eventuale assunzione da parte dello sportivo di farmaci, o della presenza di patologie o condizioni particolari che potrebbero far scaturire degli effetti collaterali.

Integratori per la pelle

La pelle è un po’ lo specchio del nostro stato di benessere fisico: essa risente della qualità della nostra alimentazione e anche di fattori esterni come lo stress, l’inquinamento, l’uso di prodotti aggressivi. Avere una pelle sempre bella e sana è sicuramente l’obbiettivo di tutti: ma possiamo dire davvero di conoscere la nostra pelle? La pelle, conosciuta anche col termine ‘cute’, consiste in un tessuto dell’apparato tegumentario composta da tre strati: l’epidermide, lo strato più esterno, il derma e l’ipoderma, o strato sottocutaneo.
Questo organo, uno dei maggior per estensione nel nostro corpo, ha tantissime funzioni molto importanti. Innanzitutto essa protegge il corpo dai traumi, ma anche dalle radiazioni ultraviolette ed impedisce che i microorganismi patogeni possano fare ingresso nell’organismo; ha una funzione di termoregolazione, per mezzo delle ghiandole del sudore che aumentano o diminuiscono la dispersione del calore del corpo; ha funzione sensoriale, tattile, e metabolica.

La pelle è esposta alla luce del sole, alle intemperie, ai mutamenti del clima, e di conseguenza può affrontare delle condizioni di disagio nel corso della vita. Le più diffuse sono:

  • pelle secca: la pelle si secca a causa della produzione insufficiente di sebo. In questi casi essa appare sottile, facile a screpolarsi, avvizzita, e tende ad arrossarsi facilmente.
  • Pelle troppo sensibile, di colore violaceo e presenta la dilatazione dei capillari.
  • Pelle grassa: si manifesta se viene prodotto sebo in eccesso, la pelle appare lucida, untuosa, e si verificano anche brufoli e comedoni.
  • Pelle mista: tipica della zona del viso, con l’alternarsi della cute secca e di quella grassa.

La cura della salute della pelle è di primaria importanza, non solamente per motivi estetici. In linea di massima, come vale anche per il resto del corpo, un’alimentazione sana e corretta e con la giusta idratazione permette di mantenere una cute bella da vedere, elastica e ben idratata. Per una salute ottimale della pelle, quindi, bisognerebbe cercare di limitare il consumo di alimenti grassi, fritti, junk food, cibi raffinati, fumo, alcol e farmaci.
La dieta con limitati apporti di carne rossa, con numerose porzioni di frutta, verdura, legumi, pesce azzurro ricco di Omega 3 è la soluzione migliore per una epidermide sana ed elastica, così come anche l’idratazione (bisognerebbe bere almeno 1,5-2 litri di acqua ogni giorno). A volte però la corretta alimentazione non è sufficiente per garantire la salute della pelle, e può rendersi necessaria un’integrazione della dieta per garantire che anche la cute abbia accesso a tutti i nutrienti che le servono per stare in salute.

In questo senso, possono tornare utili gli integratori per la pelle, che aiutano e coadiuvano il raggiungimento dei nostri obiettivi nello stesso modo in cui lo fanno gli integratori per dimagrire oppure gli integratori per capelli.

Gli integratori per la pelle sono dei prodotti alimentari supplementari ai quali si ricorre quando, per mezzo della dieta, non si possano integrare in modo sufficiente alcuni nutrienti che sono necessari per il benessere della cute. Esistono tante tipologie di integratori: ci sono quelli per la salute dei capelli, e quelli pensati per lo sport: quelli per la cute mirano ad integrare alcune sostanze e nutrienti che sono necessari per la salute della pelle.

integratori

Ma quali sono i migliori integratori per la pelle? 

Gli integratori per la pelle sono in genere a base di alcune vitamine che sono necessarie per garantire l’elasticità, il benessere, la resistenza e la giovinezza dell’epidermide, come:

  • la vitamina C. Si tratta di una vitamina fondamentale per il benessere della pelle, perché ha funzione anti-ossidante, anti-radicali liberi, che sono i principali responsabili dell’invecchiamento del corpo ed anche di quello della pelle. La vitamina C si trova principalmente nella frutta e nella verdura fresca, specialmente negli agrumi (limoni, arance, pompelmi), ma anche negli spinaci, pomodori, broccoli, cavoli e cavolfiori, kiwi, melone ed anguria. Nell’ipotesi in cui non si riuscisse ad integrare sufficiente vitamina C con la dieta, gli integratori per la pelle possono aiutare a raggiungere un quantitativo sufficiente di questo elemento.
  • Un elemento che non deve mai mancare nell’alimentazione per la salute della pelle (ed in caso di carenza, possono essere usati gli integratori per la pelle). Lo zinco aiuta la pelle a migliorare le sue resistenze rispetto alle aggressioni esterne.
  • Vitamina E. Una vitamina assolutamente indispensabile per la salute ed il benessere della pelle perché ne garantisce la elasticità. Questa vitamina è contenuta soprattutto negli oli vegetali e nell’olio di germe di grano, di mandorle, di oliva, di girasole, ma anche nella frutta secca come nelle nocciole, nei semi di girasole, nelle mandorle, e negli spinaci ceci, marroni, pomodori e broccoli. Anche in questo caso, laddove vi fosse una carenza di vitamina E, gli integratori per la pelle possono integrare in modo mirato l’alimentazione.
  • Vitamina A. Si tratta di un’altra vitamina molto importante perché essa aiuta a migliorare la resistenza dell’epidermide. La vitamina A si trova nelle carote, nella zucca, nel mango, albicocche, papaya, melone, nell’anguria ed anche nelle verdure gialle ed in quelle scure.

Scopri i Migliori integratori per la pelle su Amazon

Gli integratori per la pelle contro la pelle grassa: che cosa utilizzare

La pelle grassa sicuramente è uno dei peggiori fastidi che si possano avere: essa appare unta e lucida, nonostante la si lavi costantemente, perché produce troppo sebo. La pelle grassa è facile da individuare perché è caratterizzata dalla presenza di impurità e di comedoni, ha un aspetto lucido, i pori sono dilatati e spesso sono presenti gli antiestetici punti neri o brufoli. L’eccesso di attività da parte delle ghiandole sebacee conferisce quell’aspetto untuoso tipico della pelle grassa che è molto diffusa soprattutto fra gli adolescenti (ma non solo). Essa provoca spesso molti disagi, e inoltre può anche essere segno di una cattiva digestione e di un’alimentazione scorretta, o dell’uso di cosmetici aggressivi che non sono adatti alla pelle e che la seccano eccessivamente, stimolando le ghiandole a produrre ancora più sebo.

Per questo motivo consigliamo sempre di utilizzare la cosmesi ecobio, che assicura una delicatezza ed una tollerabilità decisamente più significativa rispetto ad altri prodotti cosmetici.

La natura è sempre una grande amica e consigliera, quando si tratta di avere a disposizione dei prodotti che possano aiutare il benessere del corpo. Soprattutto nel caso degli integratori per la pelle grassa, esistono moltissimi prodotti con estratti naturali da piante che contengono elementi preziosi per la difesa della pelle. Se siete alla ricerca di integratori per la pelle naturali, quelli migliori per le vostre esigenze sono:

  • gli integratori per la pelle a base di carciofo, cardo mariano, tarassaco. Queste piante hanno un impatto benefico sul fegato, che è l’organo che si occupa del drenaggio delle tossine interne ed esterne: quindi stimolando il fegato nella sua attività, è possibile impattare indirettamente sul benessere della pelle.
  • Gli integratori per la pelle a base di vitamina A, micronutrienti che sono in grado di ridurre l’eccessiva produzione di sebo.
  • Gli integratori per la pelle a base di vitamina C, che ha proprietà anti-batteriche e che stimola la produzione di collagene.
  • Gli integratori per la pelle a base di tea tree oil, un olio naturale che lavora anche a livello cutaneo e che elimina i micro batteri dell’intestino.
  • Gli integratori per la pelle a base di Bardana e di Viola Tricolor, ideali per la purificazione della pelle grassa.
  • Gli integratori per la pelle a base di Juglans Regia: una pianta che stimola il lavoro intestinale e la disintossicazione dai batteri intestinali, coadiuvando il benessere della pelle e sopratutto di quella grassa.
  • Gli integratori per la pelle a base di selenio e di zinco: sono eccellenti per curare l’acne e le varie alterazioni della cute grazie ad un effetto anti-infiammatorio e alla loro capacità di uccidere i batteri.
  • Gli integratori per la pelle a base di calendula, un prodotto naturale che ha degli effetti antisettici ed antinfiammatori, e che permettono di lenire la pelle in caso di infiammazioni e di eccessiva produzione di sebo.

Soluzioni naturali per la pelle grassa

La pelle grassa è un problema che può causare inestetismi, come ad esempio la lucidità della fronte e del resto del viso anche dopo essersi lavati il viso da poco.

Una pelle grassa può causare numerosi problemi, come l’aumento di punti neri, acne e brufoli.

Il succo di pomodoro può combattere anche i brufoli e i punti neri e si può preparare in un pentolino e spalmare sul viso, mantenendolo per 30 minuti.
Successivamente si può rimuovere il succo di pomodoro dal viso semplice acqua e nient’altro.
L’operazione può essere fatta la sera in quanto l’odore del pomodoro può persistere e durante il giorno è sconsigliato. La mattina invece possiamo ripetere il trattamento fatto con il succo di pomodoro, ma utilizzando aloe vera. L’aloe vera ha la proprietà di rimuovere efficacemente le impurità e i punti neri.

Una caratteristica della pelle grassa, e quindi una consolazione per chi ne è affetto è che tende molto di meno a sviluppare rughe, al contrario della pelle secca.

Gli integratori per la pelle debole: cosa usare

La pelle può apparire debole, avvizzita, stanca e fragile. Possono essere molti i motivi per cui la pelle diventa fragile, ma in tutti i casi è necessario assumere degli integratori per la pelle che con la loro azione mirata possono rinforzare la cute.

Contro la pelle eccessivamente debole, consigliamo degli integratori per la pelle a base di olio di semi di borragine e di olio di pesce. Si tratta di prodotti che aiutano e stimolano il rafforzamento del collagene sotto la pelle e che mantengono la cute idratata; inoltre sono ricchissimi di vitamina B3, che come abbiamo visto è necessaria per la pelle sana, e che aiuta a mantenere l’elasticità della pelle.

Gli integratori per la pelle matura: ecco quali sono

Con il passare dell’età, la forza di gravità e la diminuzione della produzione di collagene causano la formazione delle antiestetiche rughe. Tuttavia l’uso di prodotti particolari, la buona alimentazione e l’utilizzo anche di integratori per la pelle matura possono aiutare a prevenire i segni del tempo, stimolando la produzione di collagene per mantenere la pelle sana e bella.
La pelle matura subisce quindi una riduzione fisiologica della produzione di collagene e di elastina, la produzione di sebo diminuisce e quindi la pelle appare più avvizzita, quando non disidratata. L’invecchiamento della cute comincia a 30 anni e come primo passo si ha una riduzione dei livelli di idratazione della pelle e una perdita di tono e di elasticità, e poi compaiono le prime piccole rughe.
L’esposizione ai raggi del sole può velocizzare questo processo. Migliorare l’idratazione delle pelli mature e cercare di integrare alcuni nutrienti per tempo è importante per riempire le rughe e dare alla pelle del volto un aspetto più liscio, più levigato e più giovane.
Ma quali sono i migliori integratori per la pelle matura che possono combattere attivamente la formazione delle rughe?

  • Gli integratori per la pelle a base di vitamina A. La vitamina A è una vera alleata della pelle e della sua salute, perché promuove la rigenerazione del tessuto cutaneo e grazie al suo potere antiossidante, combatte i radicali liberi, in questo modo gli effetti del tempo risultano attenuati.
  • Gli integratori per la pelle a base di vitamina E. La vitamina E ha un effetto antiossidante e protettivo sulla pelle, e mantiene al meglio l’integrità cellulare.
  • Gli integratori per la pelle a base di vitamina C, che è un eccellente antiossidante, e che permette di stimolare la formazione del collagene.
  • Gli integratori per la pelle a base di selenio, un antiossidante naturale che agisce assieme alle vitamine C ed E per contrastare la formazione dei radicali liberi e per conservare al meglio l’elasticità dei tessuti.
  • Gli integratori per la cute con coenzima Q10, che contrasta il naturale processo ossidativo e che aiuta a preservare le fibre di collagene. Inoltre anche gli integratori per la cute a base di polifenoli sono molto utili per le pelli mature, perché bloccano i radicali liberi, ed impediscono la degradazione di quell’acido – l’acido ialuronico – che è essenziale per garantire la compattezza e la tonicità della pelle.
  • Gli integratori per la cute a base di resveratrolo, un antiossidante che si trova nei frutti di bosco e nell’uva.
  • Gli integratori per l’epidermide a base di olio di borragine, un eccellente ricostituente per la pelle che permette di idratare al meglio anche le pelli mature.

Integratori per la pelle acneica: quali sono

Un problema che è abbastanza diffuso nei giovani è quello dell’acne, un inestetismo abbastanza comune fra gli adolescenti che consiste nell’infiammazione del follicolo pilifero e della ghiandola che produce il sebo. In questo modo si formano tanti brufoli soprattutto nella zona della fronte, del naso e del mento. Le cause di questa infiammazione sono da ricercare nell’aumento degli ormoni androgeni che stimolano la produzione di sebo, in fattori psicologici (come ad esempio il troppo stress), nell’utilizzo di prodotti per la pelle e cosmetici non adatti, nell’alimentazione troppo ricca di grassi e anche nelle condizioni genetiche.
L’acne è un fenomeno, come abbiamo detto, abbastanza diffuso e per contrastarlo – oltre a delle norme di igiene – è necessario anche cercare di usare prodotti specifici che vanno prescritti dal dermatologo. Anche alcuni integratori per la pelle acneica possono tornare utili per dare alla pelle tutti quei nutrienti di cui ha bisogno per combattere al meglio l’acne.

L’acne è un processo lungo e se non viene trattata adeguatamente può anche lasciare delle cicatrici sul viso, ecco perché è necessario cercare di combatterla a tutto tondo e alcuni integratori per la pelle acneica possono aiutare in questa difficile battaglia.

Contro la pelle colpita da acne possiamo consigliare alcuni integratori per la cute che sono a base di principi attivi utili per contrastare questo fenomeno, come:

  • il selenio. Il selenio è un importante oligoelemento che interviene nel benessere della pelle, grazie alla sua azione antiossidante che non solo contrasta l’invecchiamento della pelle, ma calma anche gli stati infiammatori. Spesso i giovani che soffrono di acne sono anche privi o carenti di selenio.
  • L’Eugenia Jambosa, un arbusto che ha delle proprietà anti-infiammatorie.

Stante le particolarità dell’acne, è bene consultare il dermatologo prima di scegliere di usare uno qualsiasi di questi prodotti. Infatti è possibile che vi siano delle controindicazioni all’uso di alcuni integratori per la pelle acneica che potrebbero anche peggiorare la situazione.

Pelle impura, rimedi naturali

Di pelle impura se ne parla spesso e ne soffro molte persone, la maggior parte adolescenti che hanno a che fare con acne e punti neri.
Il problema scompare con l’adolescenza ma può diventare una questione cronica che dura anche negli anni successivi da adulti. I fattori che ne causano il perdurare, possono essere ormonali, genetici, dietetici, di stress e intestinali.

La fitoterapia, può curare anche la cute impura. Le piante più usate sono la bardana, la viola e la prepoli.
La berdana è una radice che cura la pelle impura con l’azione antisettica e depurativa delle sue proprietà. La purificazione avviene anche a livello di organismo interno, perché da molti benefici al fegato
La viola invece, è utile per trattare la pelle impura perché esercita una azione diuretica e quindi la depurazione avviene con l’eliminazione delle scorie.
La prepoli è un ottimo antibatterico e sfiammante. Si può usare perché contenuto nelle creme, con formule ungenti, maschere e impacchi anche con una tintura.

I rimedi fai da te:

COMBATTERE I PUNTI NERI CON IL RISO: si tratta di un rimedio antico orientale efficace per i punti neri, e quelli al lato del naso. Strofinare con il riso bollito non salato sulla parte interessata dai punti neri, per 2 minuti. I risultati si vedono già dopo un 2 giorni.

COMBATTERE LA PELLE GRASSA CON L’ASPIRINA: da applicare una volta al giorno come tonico. Preparare una lozione con metà tazza di acqua distillata, metà tazza di aceto e due aspirine. E’ un efficiente antisettico, da applicare e risciacquare con acqua tiepida senza strofinare con l’asciugamano.
Si può conservare in frigorifero.
Se si vuole una maschera: rompere in polvere un paio di aspirine, mescolarle con un cucchiaino di acqua fino ad ottenere una pasta. Applicare il composto sul viso, e lasciarlo agire per venti minuti.
Sciacquare con acqua tiepida e mettere un idratante. Usata una volta alla settimana, questa maschera da risultati ottimi per i pori dilatati, l’acne e i brufoli.

N.B. Non utilizzare prodotti detergenti aggressivi e non fare troppi peeling.

Integratori contro la pelle secca: ecco i migliori

Un altro problema che potrebbe verificarsi, oltre a quello della pelle grassa, è quello contrario: la cute eccessivamente secca, con una scarsa produzione di sebo. Le pelli secche sono aride e screpolate e spesso si arrossano: l’obiettivo è quello di migliorare l’idratazione della cute per ottenere un’epidermide che sia morbida e liscia.

La pelle secca è spesso un problema anche di alimentazione: chi ha una pelle eccessivamente arida, infatti, non beve a sufficienza. Di conseguenza bisognerebbe cercare di apportare più liquidi alla propria alimentazione e mangiare cibi che contengono molta acqua (come frutta e verdura), assumendo anche quantità adeguate di acidi grassi insaturi come Omega 3, proteine ed amminoacidi che sono fondamentali per la salute e l’idratazione della cute.

Alcuni integratori per la pelle secca sono particolarmente indicati perché in grado di nutrire profondamente la pelle, in modo da restituire quella naturale morbidezza. Ovviamente se si ha la pelle secca, all’utilizzo di integratori bisogna accompagnare anche una giusta idratazione e l’uso di prodotti per l’igiene personale che non siano troppo aggressivi, per evitare di seccare di arrossare ancora di più la cute. Detto questo, gli integratori per la pelle secca migliori sono:

  • quelli a base di Omega 3 e di Omega 6. Questi acidi grassi essenziali infatti contrastano la disidratazione della pelle e ristabiliscono una barriera protettiva e la riparano dagli attacchi.
  • Integratori a base di licopene, di vitamina E e vitamina C. Questo mix è particolarmente indicato nel caso di pelli eccessivamente secche, perché intervengono direttamente sulle cellule e possono ripristinare l’elasticità che viene meno quando l’epidermide non è sufficientemente idratata.
  • Integratori a base di zinco, selenio e vitamina E, che combattono i radicali liberi i quali sono responsabili non solo dell’invecchiamento della cute, ma anche della sua secchezza di conseguenza.
  • Integratori a base di collagene: sono integratori che aiutano a migliorare la fermezza della pelle e la sua consistenza. Andrebbero assunti a partire dai 40 anni.
  • Integratori a base di silicio organico: si tratta di un elemento che è essenziale per rigenerare la pelle.
  • Integratori a base di glucosammina, che stimola i precursori dell’acido jaluronico.

Alcuni consigli sulla cura della pelle del viso!

Ginnastica facciale, contro le rughe e l’invecchiamento della pelle

L’ossessione delle rughe colpisce uomini e donne, ma le soluzioni che risaltano subito dai media e dalle riviste sono le creme costosissime. Non si vuole declassare l’utilità delle creme che anzi, forniscono un grande lavoro che nei nostri tempi moderni sono ciò di quanto meglio può offrirci la scienza. Tuttavia è utile sapere che un massaggio di ginnastica facciale ed esercizio fisico della muscolatura del viso, unita all’utilizzo di creme all’avanguardia può dare dei risultati veramente eccellenti, potendoli chiamare tranquillamente: “effetto lifting”

Gli effetti più immediati di un massaggio e ginnastica facciale sono l’aumento dell’ossigenazione della pelle. Infatti il massaggio stimolerà la micro circolazione in tutti quei punti del viso che col tempo tendono ad addormentarsi. Anche della ginnastica dei muscoli del viso, costringe la muscolatura ad attingere più sangue e quindi favorendo l’ossigenazione essenziale per contrastare l’invecchiamento. E da sottolineare però, che entrambi questi punti che sono stati evidenziati cioè: “ginnastica” e “massaggio” devono essere praticati costantemente durante la settimana, altrimenti non porteranno a nessun effetto soddisfacente.

E’ importante far precedere alla ginnastica del viso o ginnastica facciale, una lunga pausa di relax in modo da preparare i muscoli all’attività, facendo particolarmente attenzione al relax della colonna vertebrale.

Zona occhi: Sbattete velocemente le ciglia e ripetete la cosa per almeno 20 volte. Effettuate ora una chiusura decisa degli occhi e una successiva riapertura spalancando quanto più potete. Ripetete l’operazione per almeno una ventina di volte.

Zona fronte: Corrugate la fronte come se foste arrabbiati e poi rilassate i muscoli per alcuni secondi. Ripetete l’operazione per almeno una ventina di volte.

Zona guance: Ruotate la lingua all’interno del palato cercando di spingere sulle arcate dei denti e sulle guance. Ripetete l’operazione anche per questa volta per una quindicina di volte.

Dopo la ginnastica poggiate le mani sugli zigomi e massaggiamo delicatamente la zona intorno al naso, fornendo un’ottima azione massaggiante per la riattivazione della circolazione.

integratori

Integratori per capelli

La salute dei capelli è molto importante, e contribuisce alla bellezza del volto nel suo complesso. Tutti noi abbiamo attraversato dei momenti nella vita nei quali abbiamo subito un peggioramento della qualità dei capelli, dovuta magari a momenti di stress, stanchezza o carenze alimentari. I capelli spenti e fragili, senza luce, ma anche troppo grassi, sono la conseguenza spesso di carenze dal punto di vista alimentare che si possono risolvere con l’uso di integratori di buona qualità. A volte l’inquinamento peggiora lo stato dei capelli, e rende la chioma spenta, facile a rompersi, fragile e spezzarsi. L’abuso di alcuni strumenti, come la piastra per lisciare i capelli, può favorire la secchezza e la formazione di doppie punte. In tutti questi casi, a volte shampoo, balsami e maschere per capelli possono non esser sufficienti per recuperare la luminosità perduta.

In alcuni casi la caduta dei capelli avviene in autunno, il cambio del clima, la diminuzione delle ore di luce possono comportare anche dei cambi ormonali.

Lo stress, la gravidanza, problemi di vario tipo a livello fisico sono altre condizioni che possono causare una perdita dei capelli oppure la loro secchezza, come anche l’uso dei farmaci.

I problemi che i capelli possono affrontare sono molto diversi. I capelli possono cadere, o possono diventare fragili, sottili, propensi alla rottura; possono danneggiarsi, come avviene con le doppie punte; possono essere grassi, o al contrario eccessivamente secchi, sfibrati e via dicendo.

In alcuni casi, le problematiche ai capelli sfociano in vere malattie del cuoio capelluto, come la dermatite seborroica, la psoriasi, la follicolite, l’alopecia, e via dicendo. In questi casi una visita da un medico specializzato può suggerire quale sia la migliore strategia per rendere i capelli di nuovo sani e forti come erano una volta. Bisognerebbe evitare ogni prodotto fai da te perché il rischio è quello di peggiorare la condizione del cuoio capelluto; al contrario, se ci si rivolge ad un esperto, sarà possibile eseguire degli esami dettagliati come per esempio il tricogramma, il mineralogramma, il pull-test o il washtest per scegliere il trattamento migliore di volta in volta.

Una capigliatura folta e lucente è sinonimo di salute, infatti i capelli sono solitamente fra le prime parti del corpo a perdere luce e forza quando c’è qualche malattia o causa di stress. I capelli sono sani e luminosi anche quando si segue una dieta idonea, perché se i reni non lavorano bene e se l’intestino è affaticato, essi risultano spenti e sofferenti. I cibi peggiori per la salute dei capelli sono i salumi, le carni, il caffè e l’alcol, zuccheri raffinati, e perfino un eccesso di liquidi può influire negativamente sulla loro salute e sul loro benessere. Al contrario, un’alimentazione sana ed equilibrata potrà aiutarli a stare in salute.

Un aiuto davvero importante per migliorare in maniera mirata la salute della capigliatura può provenire dagli integratori per capelli che può davvero aiutare a reintegrare gli elementi necessari per dare più forza ai capelli, per capelli che cadono o sono eccessivamente deboli e spenti.

L’integrazione può fornire tutti i nutrienti necessari per migliorare la salute del cuoio capelluto, ma un’alimentazione adeguata è la chiave per il vero benessere; come anche per gli integratori per dimagrire, infatti, essi sono strumenti in più ma non sostituiti della dieta sana.

I migliori nutrienti per capelli, che spesso sono contenuti negli integratori per capelli, sono le vitamine A, B, E e C, e i minerali come lo zinco, come il ferro, che previene la loro caduta, come il silicio, il magnesio, gli amminoacidi, il manganese. Questi elementi sono importanti per la salute dei capelli e per mantenerli forti e belli in tutte le stagioni, e possono essere d’aiuto soprattutto nei periodi di forte stress, quando risulta necessario un aiuto esterno per rinforzare la capigliatura.

Gli integratori per capelli in genere vanno assunti per cicli che non dovrebbero durare meno di tre mesi, che è il tempo necessario per ottenere dei buoni risultati visibili.

Le terapie a base di integratori per il cuoio capelluto sono necessarie per contrastare la caduta dei capelli ma anche le unghie eccessivamente fragili, anche in conseguenza di stress, di debilitazione fisica, durante i cambi di stagione, o per reagire agli sbalzi ormonali (dopo il parto, in caso di seborrea). Gli integratori per la salute dei capelli possono essere di tanti tipi diversi, a seconda del tipo di problema.

Vediamo quindi di volta in volta, a seconda della problematica riscontrata, quali sono i migliori integratori per capelli per rinforzarli e farli stare in salute. Vediamo quindi quali sono i migliori integratori per capelli sia in caso di indebolimento e caduta dei capelli, sia in caso di capelli spenti, oppure nel caso di capelli bianchi.

Scopri i Migliori integratori per capelli su Amazon

Come curare i capelli

Seguendo dei piccoli accorgimenti quotidiani è possibile prevenire molte problematiche relative ai nostri capelli oltre che aumentare la loro bellezza e lucentezza.

Controllo della caduta dei capelli

Avere capelli più forti è uno dei principali obiettivi da perseguire quando vogliamo curare la loro salute. Ogni cambio di stagione è bene verificare che la perdita dei vecchi capelli non sia eccessiva e che vengano rimpiazzati con i nuovi nati.
In caso contrario sarà bene approfondire il controllo ed eventualmente intervenire in modo efficace e tempestivo, magari assumendo integratori appositi o intervenire sull’alimentazione.

Rimedi naturali per curare i capelli

L’importanza di utilizzare prodotti naturali avendo cura di fare una meticolosa scelta tra quelli presenti in commercio, vi avvantaggerà non poco nella cura dei vostri amati capelli.
Mantenerli sani è molto più facile che curarli, decisamente, oltre ad essere molto meno stressante.
Quindi solo integratori naturali, controllare sempre le etichette! E prodotti da applicare, magari maschere per capelli, senza parabeni, paraffine o chimica di qualche altro tipo……

Infine pensiamo alle tinte che adoperiamo per colorare i capelli, sarebbe meglio usare l’hennè che oltre a tingerli li fortifica. Gli oli, se non si hanno i capelli grassi, sono particolarmente nutrienti (olio di germe di grano, di lino e d’oliva) quindi sono sempre da tenere in considerazione.

Cura nel lavare ed asciugare

Riguardo all’utilizzo di prodotti naturali abbiamo già parlato, ed ovviamente in questa categoria facciamo rientrare anche balsami e shampoo vari…..ovvio no?
Un aspetto importante ricopre la modalità di asciugatura dei capelli, mai usare il massimo del calore del phone e mai utilizzarlo troppo vicino al cuoio capelluto.
Prima di utilizzare il phone sarebbe anche opportuno tamponare i capelli bagnati, magari evitando di strofinarli con troppa forza, tamponare.

Quando stiamo sotto il sole

Quando in estate sottoponiamo i nostri capelli ad ore ed ore di sole incessante con raggi UV sempre a tenere sotto pressione i nostri amati capelli, oltre che il continuo salmastro del mare a metterci del proprio, è bene pensare ad una protezione.
Usare appositi olii protettivi è una buona soluzione.

Taglio rinvigorente per i capelli

Sarebbe bene non fare allungare i capelli per molto tempo senza provvedere ad una sistemata, magari una piccola sfoltita che gioverà alla loro forza e li renderà più vigorosi.

Capelli fashion con colorazioni ed affini

Molto bello cambiare look, taglio e colore ma attenzione all’utilizzo di prodotti che vadano a stressare eccessivamente il capello.
Magari evitiamo di cambiare look ogni settimana.

L’alimentazione è sempre alla base del benessere dei capelli

Siamo quello che mangiamo, quindi i nostri capelli sono un riflesso di quello che mangiamo.
L’alimentazione ricopre un aspetto importantissimo riguardo la salute di tutto l’organismo ed ovviamente i capelli sono tra i primi a risentire di una cattiva alimentazione oppure a giovare di un’alimentazione sana e ricca di nutrienti.

Integratori per capelli e abitudini alimentari

Tutti i trattamenti tipici per capelli, sono spesso efficaci a metà in quanto se ci si concentra solo su di essi non si completa il lavoro. Per questo è consigliato agire anche dall’interno e dalla forza del capello e la sua resistenza e brillantezza.
La crescita del capello è influenzata dalla nostra alimentazione. L’apporto di vitamine e di sali minerali è essenziale per raggiungere lo scopo.
Una dieta ricca di cibi integrali aiuta sicuramente a raggiungere lo scopo, ma spesso c’è bisogno di assumere integratori per capelli in modo da sopperire alla mancanza di elementi nutritivi che possono mancare con la conservazione dei cibi e la cottura.

Non va mai dimenticato di consultare un dottore prima di assumere regolarmente integratori alimentari per capelli, in quanto ogni organismo è diverso dall’altro e il parere di un esperto è fondamentale. Si pensi per esempio a donne in gravidanza o condizioni come la concomitanza di assunzione di farmaci in combinazione con gli integratori per capelli.
Per esempio la biotina è un componente che influenza molto il capello e l’organismo normalmente riesce a reperirla naturalmente perché si trova nei batteri dell’intestino, tuttavia un aumento di questa sostanza che è anche chiamata vitamina H o B7, sono necessarie per ottenere benefici per la salute dei capelli e una rapida crescita.

La biotina è utile per coloro che vogliono che i loro capelli crescano più in fretta e meglio.
In molti caso è dimostrato anche che l’ingrigimento precoce dei capelli può essere causato da una carenza di biotina.
Bisogna stare attenti però perché la biotina è necessario che venga assunta sempre in concomitanza con altre vitamine del gruppo B, specialmente se il nostro stile di vita comprende molto stress e affaticamento.

Integratori contro la perdita dei capelli

Tutti i giorni si perdono dai 40 ai 100 capelli, quindi entro certi limiti la perdita del capello è fisiologica.

I capelli infatti cambiano, possono staccarsi e un certo ricambio è del tutto normale, soprattutto durante i cani di stagione (ad esempio in autunno).

Se la caduta dei capelli però diventa eccessiva, allora ci può essere qualche problema alla base che necessita di essere risolto. La perdita dei capelli può avvenire, come abbiamo detto, soprattutto in autunno ed in questo caso è un problema che riguarda quasi tutti. Durante l’estate i capelli sono soggetti ad aggressioni esterne come vento e salsedine; i fattori ambientali stressano i bulbi e facilitano la perdita dei capelli, come anche l’esposizione all’inquinamento. In alcuni casi la perdita dei capelli può essere dovuta alla c.d. alopecia areata, che colpisce sia uomini che donne prima dei 40 anni. In questo caso i capelli cadono a chiazze, si staccano facilmente quando vengono pettinati, e diverse zone della cute rimangono così denudate. Può essere un problema autoimmune per il quale è bene cercare di ricorrere ad un esame dei capelli per una terapia mirata.

La perdita dei capelli se è eccessiva può essere fonte di stress, e di conseguenza è bene cercare di impostare un rimedio. Nella maggior parte dei casi, alla perdita dei capelli si può reagire con un integratore specifico che possa fornire tutti i nutrienti mirati per rinforzare la capigliatura e di conseguenza per proteggerla dalla caduta e dalle sue cause.

Dato che spesso le cause della perdita dei capelli sono le carenze nutrizionali soprattutto di ferratina, una componente del sangue che nutre i bulbi piliferi (specie nelle donne), oppure a causa di una assunzione inadeguata di proteine, gli integratori contro la perdita dei capelli mirano a fornire questi nutrienti mancanti alle persone. Gli integratori contro la perdita dei capelli sono supplementi nutrizionali che agiscono in maniera diretta e mirata sulla cute, per cercare di stimolare la produzione di sostanze che rinforzano il capello e che ne prevengono la caduta, compensando la carenza di alcuni elementi nutritivi.

Gli integratori contro la perdita dei capelli dovrebbero contenere specificamente elementi come:

–  Vitamina A, che è necessaria per la salute della cute e soprattutto per le vene e i capillari.

– Vitamine del gruppo B, che aiutano la corretta funzionalità delle ghiandole sebacee; soprattutto la biotina, che funziona nella sintesi della cheratina, la struttura proteica principale nel capello.

– Vitamina C, favorisce la circolazione del sangue e quindi la salute del cuoio capelluto.

– Vitamina E, combatte l’invecchiamento cellulare e combatte i radicali liberi.

Inoltre gli integratori contro la perdita dei capelli dovrebbero anche contenere minerali, in particolare:

– ferro, che partecipa alla sintesi dell’emoglobina

– zinco, che caratterizza il 95% della struttura del capello

– rame, che aiuta nei processi di cheratinizzazione

– magnesio, favorisce la circolazione del sangue

– selenio, che aiuta l’elasticità della pelle.

Gli integratori contro la perdita dei capelli dovrebbero anche contenere la taurina, che limita l’atrofizzazione dei follicoli, e la cestina e metionina, che contribuiscono al processo di creazione del capello e ne espandono il fusto, lo rendono flessibile.

Gli integratori contro la perdita dei capelli dovrebbero essere sempre assunti dietro consiglio del medico o dello specialista.

Integratori per capelli secchi

Un altro problema abbastanza diffuso è quello dei capelli secchi. I capelli secchi sono disidratati, sfibrati, opachi, o con doppie punte e sono un problema abbastanza diffuso, soprattutto sui capelli lunghi.

I capelli secchi in genere sono tali a cause di carenze alimentari, o di squilibri negli ormoni, ma anche fattori esterni (come per esempio trattamenti cosmetici sbagliati, vento, salsedine, fattori ambientali e climatici) possono contribuire alla secchezza dei capelli. I capelli secchi possono esserlo per cause genetiche o ormonali o di conseguenza ad aggressioni esterne, all’esposizione ai raggi solari, all’acqua del mare, della piscina. L’eccesso di uso di phon e di piastre è una delle cause che contribuisce alla secchezza dei capelli specialmente fra le donne. Le colorazioni e le decolorazioni sono altri agenti stressanti che possono causare la secchezza nei capelli.

In questi casi, i rimedi migliori in genere consistono nell’adottare una alimentazione sana, equilibrata ed usare degli shampoo delicati, balsami e maschere che possono nutrire profondamente sia il capello che il cuoio capelluto, come quelle a base di olio di lino. Gli integratori per capelli secchi possono aiutare a rimpolpare i capelli, e i migliori sono:

– quelli a base di olio vegetale e di olio di germe di grano. L’olio di germe di grano nutre profondamente i capelli, ed è in grado di elasticizzare e proteggere i capelli, inoltre il germe di grano è la migliore fonte naturale di vitamina E che nutre in profondità i capelli secchi e li protegge da sole e vento.

– Olio di semi di lino. Gli integratori per capelli secchi a base di olio di semi di lino proteggono e nutrono i capelli perché sono a base di acido linolenico, vitamina E e lecitina, che è un potente antiossidante. Gli integratori a base di olio di semi di lino possono rimpolpare i capelli danneggiati e sfibrati.

Integratori per capelli spenti

I capelli spenti ed opachi sono spesso tali a causa del cuoio capelluto. Se le ghiandole sebacee non producono sebo a sufficienza, il capello si secca e quindi perde anche lucentezza. Il sole, l’eccesso nell’uso di phon e piastra, l’alimentazione poco equilibrata sono alcune delle condizioni che possono causare capelli spenti e poco lucenti.

I capelli spenti sono poco belli da vedere, sono sfibrati e non sono luminosi. Per cercare di dare loro la giusta luminosità può esser necessario usare dei balsami ad hoc, oppure dei prodotti naturali che nutrono a fondo il capello. Anche una corretta alimentazione ricca di acidi grassi, di vitamina B, ferro e vitamina B6 può aiutare ad avere dei capelli davvero luminosi e sani.

I capelli spenti spesso sono tali a causa della carenza di vitamina A e B. Quindi gli integratori per capelli spenti sono sostanzialmente integratori a base di vitamina B2 e B5, che danno di nuovo luminosità al cuoio capelluto ed ai capelli sfibrati e spenti, e sono utili anche contro le doppie punte.

Anche la vitamina B12 è utile come integratore per capelli spenti perché dà ossigeno al bulbo pilifero, che permette ai capelli di crescere sani. La vitamina B3 ristruttura a fondo la capigliatura e di conseguenza è ideale soprattutto per chi voglia avere una chioma fluente e sana.

Gli integratori per capelli spenti sono anche a base di vitamina E, potente antiossidante che aumenta l’assorbimento di ossigeno nelle celle del corpo e che permette di restituire forza, colore e lucentezza ai capelli: inoltre la vitamina E in generale è necessaria per restituire salute ai capelli. La vitamina H, invece, stimola la crescita dei capelli.

Gli integratori per capelli grassi

I capelli grassi sono spesso unti e sono brutti da vedere, senza contare che si sporcano molto facilmente, il che obbliga il loro possessore a dover continuamente procedere a dei lavaggi. I capelli grassi lo sono spesso per motivi ormonali, o per eccessi di alimentazione, e sono spesso il sintomo più evidente di un fegato affaticato. Gli utili integratori per capelli grassi sono sostanzialmente a base di semi oleosi, che permettono di aiutare i capelli a regolarizzare la formazione del sebo in modo da non eccedere. Fra gli integratori per capelli grassi migliori quindi quelli a base di semi di girasole, semi di sesamo, semi di lino. Ma soprattutto, cambiate alimentazione, bevete più acqua e mangiate più frutta e più verdura per combattere alla radice i capelli grassi.

Integratori per capelli bianchi

I capelli bianchi sono il risultato fisiologico dell’invecchiamento, ma tuttavia in alcuni casi i capelli possono sbiancarsi un po’ prima del tempo. La melanina infatti con il passare del tempo comincia ad avere difficoltà nel garantire la corretta pigmentazione del capello, e così cominciano a comparire i capelli bianchi e grigi, un poco alla volta. Nessuno è immune da questo processo, ovviamente, ma a qualcuno comincia un po’ prima. Le ragioni genetiche sono spesso alla base della comparsa precoce dei capelli bianchi, ma se si inizia un trattamento specifico il prima possibile si può contenere il problema senza doversi sempre rivolgere alla tinta.

Cominciare a vedere i capelli che si imbiancano a 30-40 anni non è certamente piacevole, e prima di ricorrere alle tinte, c’è chi si chiede se alcuni integratori ad hoc possano aiutare a contrastare i capelli bianchi.

Ovviamente questa non è una condizione patologica, ma fisiologica, e dipende da persona a persona, per cui alcuni soggetti subiscono un imbiancamento dei capelli prematuri.

Spesso la causa dei capelli bianchi precoci è la carenza di vitamine, specialmente della vitamina B12: una sua corretta integrazione, di conseguenza, può aiutare a fermare l’incanutimento precoce perché reintegra la nutrizione completa del capello. A volte però la causa dei capelli bianchi precoci è semplicemente lo stress, specialmente se il soggetto è molto giovane.

Integratori e vitamine possono aiutare a combattere i capelli bianchi precoci, perché possono ripristinare l’equilibrio del capello, ma non si tratta di rimedi miracolosi e non sempre hanno l’effetto desiderato: quindi bisogna approcciarsi a questo strumento conoscendo tutti i suoi limiti inevitabili.

Ecco alcuni dei componenti degli integratori per capelli bianchi che possono aiutare concretamente a fermare questo processo:

– la vitamina B12, come abbiamo detto, perché la sua carenza può portare all’impoverimento del bulbo, e di conseguenza alla formazione precoce dei capelli bianchi. La vitamina B9 è anch’essa molto utile per la salute della pelle e del cuoio capelluto.

– Il rame, questo elemento, assunto in piccole dosi, può rafforzare la capigliatura e secondo alcuni recenti studi può anche aiutare a rallentare l’imbiancamento dei capelli. Attenzione, però, ad usare gli integratori con rame solamente nei limiti consigliati dai medici perché se assunto in dose eccessiva può anche essere tossico.

– Betacarotene. Si tratta di una sostanza che viene usata dal corpo per la produzione della vitamina A, e di conseguenza può aiutare anche la salute dei capelli e contrastare i capelli bianchi.

– Il selenio, un minerale che in genere è carente nelle persone che per motivi genetici presentano una folta chioma bianca. Anche in questo caso, il minerale in questione va assunto sempre con cognizione di causa perché se assunto in dosi eccessive potrebbe anche essere tossico.

– Vitamina E. Questa vitamina si trova in molti cibi, specie frutta e verdura, e negli integratori. Può aiutare per la salute del capello in generale.

 

Leggi anche la nostra guida: Integratori Nutraceutici

 

salutebenesserediete.it