Crudismo

31 Gennaio 2019 Off Di SaluteBenessereDiete.it

Crudismo, nutrirsi solo di cibo crudo

I sostenitori di tale regime alimentare ritengono che con la cottura degli alimenti, vadano persi molti degli elementi nutrititi come sali minerali e vitamine. Tale dieta quindi non prevede l’assunzione di nessun tipo di vegetale che sia stato cotto e prevede l’assunzione prevalente, di frutta e di legumi. Questi vengono spesso trasformati in fiocchi o in germogli.

E incluso in questa dieta anche l’assunzione di carne e pesce, purché questi non siano stati cucinati ad alte temperature in quanto è in questo caso che gli enzimi perdono la loro efficacia. In molti altri casi, carne e pesce vengono consumati crudi o al massimo marinati.

Un’altra considerazione che i crudisti fanno è che nel mondo animale, le scelte alimentari sono prese sulla base della disponibilità nel mondo che circonda ogni essere e la genetica digestiva dell’organismo che ha bisogno di nutrirsi. Quindi riassuntivamente ogni animale cerca il cibo che è più adatto alla propria specie.

Con questa considerazione i crudisti ritengono che anche l’uomo cucina i cibi e tende a pensare che sono principali solo se cotti. Infatti frutta e verdura vengono molto spesso considerati di contorno, perlomeno in una buona maggioranza dei casi.

E’ ritenuto anche che cucinare i cibi inibisce i ricettori del senso di sazietà, oltre che ad alcune capacità nutritive quindi induce un alterato senso di sazietà nell’uomo. Va detto però che cucinare i cibi inibisce anche micro organismi che vivono in molti cibi e che possono arrecare danno alla salute se ingeriti.