Salute Benessere Diete

Tutto sulla salute, ogni cosa per il benessere, consigli per le diete!

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Intolleranza allo zucchero

Salute - Intolleranze ai cibi e ad alcune sostanze
Sabato 12 Marzo 2011 16:30
AddThis Social Bookmark Button

Sono sempre più diffuse le intolleranze alimentari e in particolare l' intolleranza allo zucchero che si trova anche nel latte.

Le forme possono essere molto variabili e si manifestano in varie forme, per questo è necessario sottoporsi a test clinici e bisogna tenere sotto controllo scegliendo accuratamente gli alimenti.

Gli alimenti e le sostanze da evitare sono:

Il glucosio, il saccarosio, il destrosio, lo zucchero di canna, il miele, torte e biscotti, bevande gassate, alcolici, aceto in genere, pizza, gioccolato, analcolici, succhi di frutta e molto altro.

Controllate la lista dei vari ingredienti nei seguenti prodotti:

fiocchi di cereali
salse in genere
ragu'
legumi in scatola
mais in scatole
olive conservate
salumi in genere
Come alternative si possono provare:

zuccheroUn' ottima alternativa allo zucchero da aggiungere a qualsiasi cibo dove prima aggiungevamo lo zucchero raffinato normale è il fruttosio, che deriva direttamente dalla frutta.

Intolleranza agli zuccheri: un buon test di intolleranza alimentare dovrebbe poter avere nei suoi referti tutti i tipi di zuccheri alimentari necessari al nutrimento e alla cucina di ogni giorno. i test della Daphne Lab hanno circa 13 tipi di zuccheri differenti, tra cui il saccarosio, lo zucchero bianco raffinato, a cui si è maggiormente intolleranti; l’aspartame, lo zucchero sintetico i cui studi dimostrano addirittura delle forti correlazioni tra leucemie e abuso di aspartame. Xilitolo, mannitolo, miele, zucchero di barbabietola, malto, ecc…

Anche il lattosio è uno zucchero con una dolcezza di circa un terzo del normale zucchero di cucina ed è contenuto nel latte ed in tutti i suoi derivati. E' composto da due particelle più piccole, il glucosio ed il galattosio. L'intestino non può assorbire il lattosio come si presenta, ma deve preventivamente dividerlo nei suoi due componenti base e questo compito è assolto dalla lattasi. In assenza dell'enzima, il lattosio resta indigerito nell'intestino ed è attaccato da batteri e altri microrganismi, i quali lo fermentano producendo scorie che causano i sintomi, come la nausea o i gas (metano, idrogeno).


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Siti web

Login sito e forum

Pubblicità

Ultimi commenti