Salute Benessere Diete

Tutto sulla salute, ogni cosa per il benessere, consigli per le diete!

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Intolleranza ai carboidrati, diagnosi, sintomi e terapia

Salute - Intolleranze ai cibi e ad alcune sostanze
Domenica 15 Aprile 2012 14:51
AddThis Social Bookmark Button

L'intolleranza ai carboidrati è quella impossibilità del corpo di riuscire ad elaborare i carboidrati. Il range di questa intolleranza comprende anche gli zuccheri e gli amidi. Avere una intolleranza ai carboidrati è un problema non da poco, in quanto sono una fonte essensiale per il corpo e quando si ha una mancanza di questi elementi, si verificano gravi carenze anche sotto il profilo della stessa digestione.

I carboidrati sono classificati secondo una architettura basata sul numero di zuccheri presenti e che vengono portati con questi elementi. Un monosaccaride per esempio è un dei più semplici carboidrati che si possono trovare, considerato quindi un tipo di zucchero semplice.

Sono molto importanti anche questi zuccheri di tipo semplice e possono essere considerati molto attentamente per chi soffre di intolleranza ai carboidrati, perchè questi hanno un altissima capacità di essere assorbiti dall'intestino tenue.

I polisaccaridi devono essere sempre accompagnati con enzimi con gli zuccheri semplici, perchè i polisaccaridi sono molto più complessi degli altri.

intolleranza-carboidratiQuadro clinico per intolleranza ai carboidrati:
Meteorismo, flatulenza, dolori addominali diffusi crampi formi, diarrea dopo l’assunzione di latte o quanto ad esso collegato.
Diagnosi:
Basata su i sintomi, breath test, Bx.
Ipogammaglobulinemia:
Nel 12-65% dei pz con deficit immunitari primitivi si riscontra manifestazioni intestinali di diversa natura che possono causare malassorbimento. In questa forma che come avviene spesso il reperto di una coesistenza di giardiasi o malattie che da sola causa il malassorbimento come MC o morbo ti Crohn.
Diagnosi:
 Misurazione dei livelli sierici degli immunoglobuline tramite Bx, che presenta livelli bassi di plasmacellule.
Terapia:
Contro il fattore contaminate che provoca malassorbimento o in caso di malattiaprimitiva somministrazione di immunoglobuline in via parenterale.
Abetalipoproteinemia:
Rara malattia ereditaria, determinata dall'impossibilitò dell’ enterocita di sintetizzare l’apoproteina B e di favorire la formazione dei chilomicroni, e di conseguenzaostacola il trasporto dei grassi esogeni.L’esordio della malattia è durante l’infanzia e rappresentato da steatorrea e dalla comparsa nello striscio periferico da acantociti.
Sintomi:
 Neurologici, si manifestano durante la terza decade con tremolio, nistagmo, atassia.
Diagnosi:
Dosaggio del proteina B nel siero che risulta assente, alla Bx dell’intestino si può riscontrare un depositamento dei grassi dentro i villi che continua e si protrae anche dopo digiuno di 13-15 ore.


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Siti web

Login sito e forum

Pubblicità

Ultimi commenti